Nonostante la enorme differenza di investimento, l’Olimpica tiene testa agli avversari rischiando di vincere il derby dopo aver fatto una partita immensa. La gara è stata bellissima con i gialloblu in palla da subito che impressionano per cattiveria agonistica e fluidità di gioco. Pronti via e l’Olimpica balza immediatamente sull 11 a 2. Pronto time out di Marinelli che scuote il torpore iniziale della propria squadra. La squadra di casa piano piano torna in partita affidandosi a tredici che ricuce lo strappo. Ma è l’Olimpica a tenere il naso avanti con una gran difesa sui terminali più pericolosi. Voss imbrigliato da Degiorgio (grande partita la sua che tiene Voss a soli 9 punti) e Malat braccato da Bacchini stentano a trovare la retina ma a fil di sirena del primo quarto Ulano trova il tiro della Domenica da centro campo e riporta i suoi a meno uno. Secondo quarto sul filo dell’equilibrio, si gioca punto a punto, difese accurate e grande spirito di sacrificio caratterizzano le due squadre che chiudono in perfetta parità il secondo quarto.

Il terzo quarto inizia con quattro triple consecutive (due di un ottimo Teofilo) dell’Olimpica mentre dall’altra parte è Marchetti che riesce a leggere meglio la difesa avversaria trovando spazi e punti. Si va all’ultimo quarto praticamente appaiati. La stanchezza si fa sentire soprattutto nella squadra ospite che, non avendo la panchina lunga quanto gli avversari, deve subire il forte ritorno degli stessi e così, quando Malat indovina due triple consecutive, nell’Olimpica si accende la spia della riserva. Negli ultimi secondi Darby e Degiorgio danno un ultimo colpo di reni ma la partita finisce 66 a 62. Grande derby, grande spettacolo, grande giornata di sport a Cerignola che ha visto un gran bel basket con grande correttezza almeno in campo. Ora sabato arriva Vieste seconda in classifica che ieri ha battuto la capolista Nardò. Per impensierire i garganici ci vorrà un Olimpica bella almeno quanto quella del derby.

Allianz 66 Olimpica 64

Darby 27, Teofilo 9, De Giorgio 14, Barreiro 12, Bacchini, Vuovolo, Colapietro, Okon, Altamura, Torlontano.

CONDIVIDI