Questa mattina con un comunicato stampa il Movimento Politico “La Cicogna” ritornava sul problema della stazione, sul suo stato di abbandono oramai decennale. Al solito leit motivo da campagna elettorale «noi l’immondizia non la faremo arrivare mai» ribadito a più riprese nella nota, è seguito l’annuncio di una verifica disposta dal comandante di Polizia Locale Delfino.

Nel pomeriggio anche il Sindaco Franco Metta è intervenuto sulla questione. «La Polizia Municipale di Cerignola  mi attesta e mi documenta che presso lo scalo si registra:

  1. La mancanza di copertura di fili elettrici, con concreto pericolo per gli utenti della struttura.
  2. La rottura di tutte le porte di ingresso al magazzino attrezzi, alla ex area di ristoro e al deposito di materiale edilizio.
  3. Rifiuti sparsi lungo tutta la banchina adiacente il primo binario.
  4. Inesistenza assoluta di servizi igienici.
  5. Inesistenza del servizio di acquisto di titoli di viaggio.
  6. Cavi elettrici privi di copertura.
  7. Rifiuti sparsi in tutta l’ area, una ringhiera divelta, una inestricabile vegetazione

Ho inviato copia della relazione della Polizia Municipale alla Direzione Regionale di Trenitalia. Ho invitato l’Ente competente a porre intessere gli interventi di propria competenza. Mi riservo l’adozione di provvedimenti amministrativi urgenti ed indifferibili – chiosa Metta – nel caso Trenitalia continui ad ignorare i propri precisi obblighi. E’ una situazione che non intendo tollerare oltre, perché pericolosa, oltre che indecorosa».

  • Elettrik

    E Ci voleva la polizia municipale per documentare al Sindaco lo stato della stazione?Ma se e’ a conoscenza di tutta la cittadinanza lo stato in cui si trova la stazione.Carissimo Sindaco sono Anni che la stazione e’ in queste condizioni.

  • Onesto

    L’incompetenza regna. Senza una relazione ufficiale non ci si può muovere verso gli organi competenti. E non che ci volevano i vigili . Basta che dite fesserie pur di parlare.

  • Polifemo

    Grazie a Gerardo Bevilacqua che ha postato su youtube il video della situazione della stazione campagna, utilizzando le stesse armi adottate dall’attuale sindaco ed addirittura consigliandolo sul modo di operare.
    Chi di spada ferisce di spada perisce.

  • CerignolanoDoc

    La situazione della Stazione di Cerignola Campagna è sotto gli occhi di tutti. Che fare? Bene sta facendo il Sindaco, attivandosi passo dopo passo, a sollecitare la proprietà (Trenitalia) al ripristino delle più elementari azioni di decoro e messa in sicurezza.
    Capiamo bene che la Stazione negli anni ha lasciato in tutti noi ricordi legati ai vari momenti di vita. Pensiamo a quanti Cerignolani sono partiti con le valige di cartone da emigranti verso le città del Nord (Milano-Torino) e che dire di coloro che partivano per andare a trovare i familiari o unirsi ad essi. Quanti speranzosi universitari, anche giornalmente, frequentavano e frequentano tutt’oggi quelle banchine. Oggi illustri Laureati sicuramente ricordano quei tempi. La Stazione di Cerignola Campagna non è solo un punto nero sulla linea Bari-Foggia. E’ uno scrigno di ricordi per tutte le generazioni. Caldeggiamo questa iniziativa, facciamo sentire forte la ns cerignolanità.
    Il Sindaco-Avvocato sa cosa fare.
    Possiamo pensare che:
    Trenitalia sia messa nelle more per la sistemazione.
    A Stazione ripristinata si caldeggi l’ubicazione di attività di ristoro (vedete cosa è successo alla Stazione di Candela, prima diroccata ora con piazzale sempre pieno) che contemporaneamente soddisfa l’esigenza commerciale ed il presidio della struttura.

    Non denigriamo sempre e comunque. I ns avversari non sono coloro che hanno un’altro colore politico, ma quelli che aspettano, oziano, che sono sempre e continuamente negativi.