Tredicesima giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver, con l’Allianz Udas attesa domenica ad una impegnativa trasferta contro la Juve Trani dell’ex di lusso Carlo Mancini, attuale direttore sportivo della società ospitante. I biancazzurri, dopo la bella vittoria ottenuta con fatica nel derby contro l’Olimpica, si preparano al difficile match con qualche preoccupazione in più, anche per ciò che concerne la tenuta del gioco espressa nelle ultime due partite. A farsi portavoce è il coach Luigi Marinelli, in esclusiva al nostro giornale, che apre possibili nuovi scenari futuri: «Ne ho parlato con i ragazzi: sono un paio di partite che non stiamo giocando benissimo. Siamo il miglior attacco del campionato, eppure nell’equilibrio di squadra è fondamentale cercarsi, soprattutto nel giocare il pallone. Sta subentrando nei giocatori un po’ di egoismo, questa cosa può essere pericolosa. Di conseguenza, le mie scelte future dipenderanno anche dalla maturità che mi dimostreranno in campo, nel cercare più collaborazione fra loro: dobbiamo tornare ad essere squadra soprattutto nel non snaturare il gioco che abbiamo fatto sino ad adesso». Poi, sulla sfida di domenica: «Trani è un osso duro, anche perché poi perdere le altre sfide che seguiranno contro Foggia, Manfredonia e Vieste significherebbe per loro togliersi da questa pool avvincente -afferma il tecnico-. Sarà un match intenso, in cui cercheranno la vittoria». Arbitri della gara, Russo (Taranto) e Galluzzo (Brindisi).

Per l’Olimpica Basket, importante test casalingo domani contro un Vieste che arriva al Pala “Dileo” forte del successo contro la capolista Nardò. I gialloblu di Giovanni Gesmundo, dopo la sconfitta a testa altissima nel derby, sanno bene che non sarà semplice portare a casa i 2 punti, eppure non tutto sembrerebbe scontato, come conferma al nostro giornale Ciccio Teofilo, fra i protagonisti di cinque giorni fa. «Arriva Vieste e comincia una serie di sfide importanti per cercare di rimanere in zona playoff: noi ce la giocheremo con tutte, per riuscire a restare in scia degli avversari che ci precedono. E’ stato un bel derby quello di domenica scorsa -dice l’ala-, siamo partiti molto bene in avvio: l’avevamo impostato così ed era prevedibile che sarebbe stata una lotta punto a punto. Non abbiamo demeritato, ma ora vogliamo tornare subito a vincere». I numeri della vicecapolista fanno paura: 46 punti, frutto di ventitrè vittorie e due sconfitte. Un incontro da non perdere: dirigeranno la contesa Sancilio (Brindisi) e Calisi (Monopoli).

CONDIVIDI