L’iposea Udas Volley cade ad Andria per 3 set a 1 (25-23/23-25/25-18/25-22) e perde l’imbattibilità nel girone di ritorno. Al Polivalente di via Delle Querce, le squadre scendono in campo con gli stessi effettivi dell’andata. Gli allenatori cerignolani Leo Castellaneta e Roberto Ferraro optano per la diagonale formata dal palleggiatore Leone e l’opposto Toma, i centrali Mancini e Mitidieri, gli schiacciatori Durante e Garofalo e il libero Bisci. Mister Julian Lozowy risponde con il regista Bernardi, l’opposto Fiorillo, al centro Lombardi e Carofiglio, i laterali Corsetti e Ritacco e il libero Pepe. Partita vivace fin dalle prime battute con le due compagini che si affrontano a viso aperto. L’Iposea Udas è ben messa in campo e gioca bene in tutti i fondamentali, tanto da mantenere un vantaggio di quattro punti sia al primo che al secondo time-out tecnico. La gara aumenta d’intensità sul finire del primo set, quando i padroni di casa riescono a ribaltare il punteggio a proprio favore e a conservare un break di vantaggio fino alla fine del parziale. Sulla scia del primo vinto, Andria parte forte anche nel secondo periodo. L’Iposea Udas ha il merito di restare agganciata e di recuperare i continui break avversari, senza però, mai riuscire a portarsi avanti nel punteggio. Il momento propizio arriva nella parte conclusiva del set grazie a due giocate di Garofalo, che prima serve Toma con un palleggio rovesciato e poi mura l’attacco avversario. Sembra il preludio a un facile pareggio, ma Andria non molla. Sul 23 pari i tecnici cerignolani inseriscono capitan Lanzone per sfruttare la sua battuta insidiosa. La mossa funziona e i biancoazzurri riescono a raggiungere l’agognato pareggio con un rabbioso attacco di Toma.

Partenza sprint di Andria nel terzo periodo. Ad aumentare il vantaggio iniziale dei padroni di casa è il cartellino rosso estratto ai danni di Toma. Il pubblico di casa si fa sentire e la partita si accende anche dal punto di vista agonistico. Sul 10 a 2 per Andria, gli allenatori cerignolani decidono di mischiare le carte e si affidano alla diagonale formata dal palleggiatore Del Vescovo e l’opposto Petruzzelli. Il cambio sortisce gli effetti sperati e l’Iposea riesce ad impattare sul 12 pari. Dopo il secondo time-out tecnico, però, un break di cinque punti permette ai ragazzi di mister Lozowy di staccare definitivamente la squadra cerignolana e di conquistare il set. Il quarto parziale si dipana sulla falsariga di quello precedente. Prima parte molto equilibrata, giocata punto, con continui capovolgimenti di fronte. Rientrano Leone e Toma, ma anche questa volta Andria crea il solco decisivo sul filo di lana e riesce a conquistare il set della vittoria.

«E’ stata una partita combattuta in tutti e quattro i parziali – analizza a fine gara Leo Castellaneta -. E’ vero, la sconfitta arriva dopo il turno di sosta, ma è solo un caso perché la squadra si è avvicinata a questa gara nel modo giusto. C’è da vedere il bicchiere mezzo pieno – prosegue – in quanto la squadra è stata sempre capace di recuperare i punti di svantaggio, ma ciò non è bastato». «Ci è mancato qualcosa a livello di cattiveria agonistica – spiega il centrale Rocco Mitdieri -. Loro infatti sin da subito sono partiti forte, all’inizio abbiamo subito, poi non siamo riusciti a concretizzare la rimonta». Ora, prima della nuova sosta per le vacanze di Pasqua, gara casalinga con la Snav Folgore Massa. «Affrontiamo una squadra competitiva, nel loro momento migliore della stagione – afferma Castellaneta -. Sarà una gara combattuta come quella di oggi. Noi dovremo essere bravi ad archiviare questa sconfitta e andare avanti per la nostra strada». Nel prossimo turno di campionato valido per la 7° giornata di ritorno, dunque, l’Iposea Udas Volley affronterà la Snav Folgore Massa al Palazzetto dello Sport “Nando Di Leo”. La gara è prevista per domenica 20 marzo alle ore 18.

CONDIVIDI