Fine settimana da dimenticare per le formazioni ofantine, nella 13ma giornata di ritorno del campionato di Serie C Silver: due sconfitte su cui c’è molto da recriminare. L’Allianz Udas perde in trasferta ad opera della JuveTrani per 51-48, in una gara assai brutta: non si cerca con continuità la via del canestro con troppi errori da entrambe le parti; i biancazzurri di Marinelli chiudono avanti di un punto il primo quarto (11-12). Avvio di secondo periodo sulla falsariga del primo, anche se Falcone ci crede un po’ di più cercando di prevalere sotto le plance: la JuveTrani si sfilaccia ed all’intervallo lungo gli ospiti conducono 23-39. Nel secondo tempo, l’Allianz Udas sembra trovare la fuga concreta, grazie ai canestri di Gianluca Tredici, ,ma l’accoppiata tranese Volf-Serino non si scompone e i padroni di casa restano in scia, chiudendo alla sirena del terzo quarto a -4 (37-41). Trani recupera lo svantaggio, il calo della squadra ofantina è evidente: non basta la tripla di Marchetti per la vittoria, Volf dalla lunetta chiude la contesa 51-48 per Trani, che rilancia ulteriormente le quotazioni playoff. L’Allianz Udas si mantiene terza, viste le sconfitte della Diamond Foggia a Nardò e di Manfredonia, beffato nel finale dal Francavilla: prossimo impegno casalingo il 19 marzo, contro il Valentino Castellaneta.

Una prestazione al di sotto delle aspettative, che complica di molto il cammino playoff: l’Olimpica Basket cede alla vicecapolista Vieste 63-74. Al Pala “Dileo” ci si aspetta da parte dei padroni di casa una prestazione orgogliosa, così come era successo nel derby, ma le cose stavolta vanno diversamente: i ragazzi di Gesmundo faticano tanto nel cercare di trovare il giusto assetto, contro un Vieste che dal canto suo piazza un minibreak di 2-7 con le firme di Simeoli e Neal (a fine gara risulterà fra i migliori). Troppi errori in fase realizzativa per l’Olimpica e ci si mettono pure gli arbitri, con un bel po’ di decisioni arbitrali discutibili che fanno inviperire panchina e tifosi: Darby cerca di suonare la carica, ma il+10 di Simeoli porta ad archiviare il primo quarto 10-20 per Vieste. Partenza di seconda frazione favorevole ai garganici, che macinano gioco ed una ottima velocità nella distribuzione: di contro, l’Olimpica è in preda ad una serie di errori evidenti, non solo in attacco ma anche in difesa, gli unici che si salvano sono Darby e Bacchini. L’ingresso di Diaye a supporto di Neal e Williams fa capire che la Sunshine non intende mollare, ma Darby e Teofilo vanno a chiudere all’intervallo lungo con un distacco di soli 10 punti (19-29). Recuperare uno svantaggio così è possibile per i cerignolani: Darby piazza due triple, Altamura su azione personale e dalla lunetta mette il 38-44, fino a Teofilo che prende per mano i compagni ed alla sirena del terzo quarto regala una tripla da follia pura per il 50 pari. Ultimi 10′ emozionanti, perché davvero l’Olimpica può pensare di farcela: le due tifoserie si impegnano fino allo spasimo per i loro beniamini. Sfida aperta fra Barreiro e Neal: l’argentino piazza il 56-59, ma Neil aiutato da Ucci si piazza un +12 da paura; la gara finisce qua, con il successo viestano. Adesso la strada è difficile, poiché piazzare tre successi contro Foggia, Manfredonia ed Adria Bari appare una impresa titanica. Il Basket però insegna che i risultati scontati possono essere ribaltati, ed i gialloblu ci proveranno fino all’ultima giornata per rientrare nella zona playoff.

CLASSIFICA ALLA TRENTESIMA GIORNATA

Nuova Pallacanestro Nardò 52; Sunshine Bk Vieste 48; Allianz Udas Cerignola 44; Webbin Angel Manfredonia, Diamond Foggia 42; Libertas Altamura 34; Adria Bari, JuveTrani 30; Olimpica Bk Cerignola 28; Cestistica Ostuni 26; Virtus Ruvo di Puglia 22; Valentino Castellaneta, Bk Fasano 18; Francavilla 16; Action Now! Monopoli 14; New Basket Lecce 8; Invicta Brindisi 6.

CONDIVIDI
  • Pinturicchio

    Udas battuta a Trani da una squadra di ragazzini e che costa la metà del loro budget, ah e poi i cerignolani in squadra dove sono????
    Programmazione inesistente!!!!
    Solo chiacchiere, protagonismo ingiustificato e starlette!
    Ogni anno si regalano in gestione cifre a 5 zeri, vergognoso!!!

    • udassino

      caro DS e quando ne hai goduto tu delle cifre a 5 zero? facendo ‘ na squadra senza ne capo ne cosa? sei stato fortunato a capitare da noi non sputare nel piatto dove ha mangiato

      • Mai dire Mai

        A chiunque abbia scritto il primo commento, ha semplicemente scritto la verità!!!! Ecco perché udassino si scalda subito e contrattacca!!! Classico stile udas!

        • Vero Udassino

          A dire il vero il nostro ex DS Carlo Mancini con meno fondi di quest’anno, due anni fa ci ha fatto vincere la stessa C Regionale con quattro giornate di anticipo….. Ripeto Vincere, non solo partecipare come quest’anno!!!
          Quindi anziché accusare di ipotetici sputi nel piatto, io direi di risintonizzare il cervello e non avere memoria corta!

          • Vero Udassino

            inutile dire che è un miracolo questo campionato ?visto che avete preso 9 giocatori x giocare secondo il mio punto di vista quelli che credono di capire di BASKET hanno fatto un buco nell’acqua affidando e ben pagando un allenatore che si e messo contro tutta la squadra non sapendo gestire lo spogliatoio che fino allo scorso anno allenava i ragazzini e non vincendo neanche il campionato di PROMOZIONE x non parlare dei giocatori presi e poi andati via dopo aver conosciuto l’ambiente.IL campionato vinto due anni fa costando meno di questo giocando da dio su tutti i campi dove siamo andati forse per qualche soggetto con la memoria corta non vuole ricordare ma va bene cosi rimangono sempre le vittorie alla fine non basta partecipare ma vincerli i campionati se si spendono i soldi.

  • ?

    Caro coach dell’udas si incominci a prendere le proprie responsabilità non scaricare sui suoi giocatori le colpe nelle ultime partite si vede tutta la sua inesperienza nel gestire la squadra si ricordi che lei fino allo scorso hanno allenava una squadra di promozione senza vincere il campionato quelli che sta allenando non sono dei ragazzini allenare i grandi ci vuole rispetto nei confronti dei giocatori.

  • osservatore

    Ma signor Siena ma che partita ha visto? Forse va ubriaco al palazzetto oppure davvero non ne capisce una beata cippa. Ma come fa a dire che gli unici che si salvano sono Bacchini e Darby? Bacchini inesistente invece come già da parecchie giornate e Teofilo migliore in campo che ha fatto partiton e nemm no lo cita? a leggere l articolo s mbra una debacle totale invece così non e stato . Poi non dica che i tifosi dell Olimpica poi non hanno ragione. Quando l Udas ha perso in casa contro lo stesso Vieste e molto più nettamente lei non ha usato questo metro. Delle du l una o incompetenza assoluta o come più probabile la solita malafede contro l Olimpica.