Con l’arrivo di Striscia la Notizia a Cerignola e il “proseguiamo dritto” dell’amministrazione sembrava si fosse chiusa la questione del Bando sulla Mensa Scolastica, fatto sul quale le polemiche non si arrestano, soprattutto dopo la missiva inviata dall’azienda Dussman all’amministrazione (e all’opposizione).

Subito è scoppiata la polemica ad ogni livello, che ha visto coinvolti il Sindaco Metta, il leader del centrosinistra Sgarro, il capogruppo di maggioranza Lepore, il capogruppo PD Dalessandro e una valanga di addetti ai lavori.

Metta accusa Sgarro di tifare per la Dussman, azienda che ha messo a nudo numerose criticità del bando e altrettante manchevolezze e che ha annunciato il ricorso all’ANAC, l’autorità anticorruzione. L’opposizione rende pubblica la lettera dell’azienda Dussman. La Lepore butta dentro parole come “turbativa d’asta”, accusando Sgarro di esser portavoce della Dussman. Dalessandro rilancia alla Lepore: «la memoria è corta» riferendosi a quando la stessa annunciava querele alla stampa da parte di Ladisa, «trasformandosi da capogruppo ad addetto stampa di Ladisa», scrive il piddino.

La questione diventa complessa e le voci in campo sono troppe. Tommaso Sgarro non ci sta al mescolamento selvaggio di carte e responsabilità. «Le affermazioni del sindaco sono gravissime. Il pubblico amministratore davanti a una notizia di reato non può essere indifferente, altrimenti è complice o connivente. Quando un rappresentante istituzionale riceve una possibile notizia di reato non può girare la testa dall’altra parte. Il pubblico amministratore ha la responsabilità di controllare la legittimità delle procedure amministrative. Fa specie che pur di arrampicarsi su improbabili specchi un avvocato di vecchia data come Metta faccia finta di non sapere certe cose. Io farei il tifo per Dussmann? Io portavoce di Dussmann? Perché pubblico una email invitata a più soggetti, tra i quali sindaco, assessore dirigente, ecc.ecc., e capo dell’opposizione di centrosinistra?» si chiede retoricamente Sgarro.

«Turbativa d’asta? Ma dice sul serio dice Metta? Ricevere una email è turbativa d’asta? Un’azienda scrive a un pubblico amministratore dichiarando di non poter partecipare perché il bando è quantomeno “fatto male”, che ha fatto presente tutto ciò ma non ha ottenuto ascolto, chiediamo la sospensiva in autotutela a garanzia della massima trasparenza e legalità e lui scrive che è turbativa d’asta? Il bando limita la partecipazione delle aziende e di chi sarebbe la turbativa d’asta?».

Altri interrogarvi ai quali Sgarro e l’intero centrosinistra vogliono trovar risposte (e responsabili). E per farlo Sgarro, a parte giustificare le contingenze («una sola attenuante: la febbre del fine settimana»), indice una conferenza stampa, domani, 16 marzo alle 17,30, nella saletta consiliare del Comune di Cerignola per raccontare «in che mani siamo finiti».

  • Francè

    Di questo vostro atteggiamento tra “cani e gatti” ci avete scocciato, basta non ne possiamo più. Abbiate la compiacenza di zittire.

  • anzio

    Siamo stanchi di tutte queste frittate girate e rigirate. Siete solo capaci di fare caciare e di non concludere nulle …meno male che avete perso le elezioni. A proposito nelle conferenza stampa ci spiegate come si fa a perdere 6000 voti in due settimane? Credo che sia un primato