L’Audace Cerignola dei record colpisce ancora e lo fa vincendo 2-1 nel recupero, raddrizzando una partita che a metà del secondo tempo sembrava davvero in pericolo. Mister Gallo, reduce da un’amichevole disputata e vinta con il Barletta (squadra d’Eccellenza) lo scorso giovedì, schiera in campo Marinaro tra i pali, il giovanissimo Cappellari con il numero due, Sebastiano Colucci, Ivano Ciano e Matteo Colangione a far muro in difesa. Daniele Amoruso e Derek Schiavone in mezzo al campo e gli uomini d’attacco Flavio Amoruso, Luigi Lasalandra e Vito Morra poco dietro Luigi Dipasquale. Gli ospiti si dispongono con Palma, Manzella, De Fabritiis, Ciccarelli, Guerra, Kamano, Valentino, Simone, Lupoli, Scarano e Lauriola.

PRIMO TEMPO Le squadre nei primi minuti sembrano studiarsi e il Monte Sant’Angelo dopo 10 minuti prova a prendere in mano la partita. Al 13′ però è Lasalandra ad inventare un bel passaggio sotto porta non sfruttato dai compagni di reparto. Al 15′ gli risponde il numero dieci ospite su punizione. Passa un minuto e Manzella tocca con la mano in area: è rigore. Sul dischetto va Vito Morra che al 17′ si fa parare la conclusione bassa dagli undici metri. Al 18′ sostituzione nelle fila dell’Audace, Colucci lascia il posto a Monopoli. Al 20′ un bel fraseggio offensivo degli ofantini non produce risultato. Al 21′ il portiere Marinaro non aggancia un retropassaggio di Ciano, che diventa un autogol. Il Monte Sant’Angelo si fa coraggio e comincia a difendersi in modo molto ordinato, sfruttando poi le ripartenze in contropiede. Al 29′ Flavio Amoruso prova a scuotere i suoi con una bella conclusione (parata). Sul finire del primo tempo, al 38′, un intervento sospetto in area su Vito Morra, che si rende protagonista di una ulteriore azione pericolosa al 44′. Un minuto di recupero e tutti negli spogliatoi con i padroni di casa sotto di una rete.

SECONDO TEMPO Al rientro sul rettangolo verde l’Audace si mostra subito più combattiva, praticando un gioco spregiudicato in grado di coinvolgere ben sette uomini nella fase d’attacco. L’arbitro tende a fischiare molto e la trama gialloblu viene spesso interrotta da falli e ripartenze. Si deve attendere il 18′ per capire che qualcosa sta cambiando. Lasalandra su punizione spedisce di poco a lato. La squadra è unita e potente come il coro del Tannhauser di Wagner e al 23′ Morra becca la traversa. Al 26′ è Lasalandra a centrare la porta su rovesciata ma l’arbitro, il Sig. Giordano di Bari, fischia il fallo e annulla la rete. La stessa sorte toccherà tre minuti dopo a Vito Morra. Al 33′ viene fischiato al bomber Dipasquale un fuorigioco (apparentemente nullo, ndr) che scatenerà pesanti proteste del pubblico. Al 36′ Lasalandra batte dalla bandierina, la palla finisce a Schiavone che finta in area e si procura il rigore che un minuto dopo trasformerà. Ritorna l’equilibrio e i ragazzi di Massimo Gallo scongiurano dopo ottantadue minuti la possibile prima sconfitta dopo quasi due anni. Al 42′ è ancora Schiavone a tentare il dribbling in area e a farsi atterrare: per l’arbitro è simulazione e scatta il giallo. Un minuto dopo Lasalandra spedisce di poco a lato. Passano due dei quattro minuti di recupero e Monopoli lanciato a rete fa esplodere di gioia il Monterisi. Arriva il 2-1 e dopo qualche minuto l’ennesima vittoria in Campionato, da grande squadra capace di lottare fino all’ultimo secondo.

AUDACE CERIGNOLA-MONTE SANT’ANGELO 2-1

Audace Cerignola: Marinaro, Cappellari, Colucci S. (18′ Monopoli), Ciano, Colangione, Amoruso D., Amoruso F. (57′ Russo), Schiavone, Dipasquale, Lasalandra, Morra. A disposizione: Vurchio, Colucci A., Conte, Borrelli, Grieco Gabriele. Allenatore: Massimo Gallo.

Monte Sant’Angelo: Palma, Manzella, De Fabritiis, Ciccarelli, Guerra, Kamano, Valentino (80′ Quitadamo), Simone, Lupoli, Scarano, Lauriola. A disposizione: Ciuffreda, Santoro, Ciullo, Falcone. Allenatore: Matteo D’Arienzo.

Reti: 21′ autorete Ciano (MS), 82′ Schiavone (rig.), 92′ Monopoli.

Recuperi: 1′ pt, 4′ st.

Arbitro: Giordano (Bari). Assistenti: Pellegrino-Ruggero (Lecce).

CLASSIFICA ALLA VENTISETTESIMA GIORNATA

Audace Cerignola 75; Sporting Ordona 48; Modugno (ex Nuova Molfetta) 43; Madre Pietra Apricena, Canosa 42; San Marco 41; Ascoli Satriano 40; Rinascita Rutiglianese 39; Fortis Altamura 38; Reali Siti 37; Polimnia 34; Real Noci 33; Virtus Bitritto 31; Monte Sant’Angelo 30; Giovinazzo 23; Quartieri Uniti Bari 2 (-1).