Assaltano un portavalori e realizzano un bottino da circa 500 mila euro. E’ accaduto nella tarda serata di ieri, poco dopo le 23, quando un commando (non si sa ancora bene composto da quanti uomini) ha letteralmente messo a ferro e fuoco un tratto autostradale nei pressi di Cerignola, portando via tutto l’incasso delle macchinette automatiche dei caselli autostradali della zona.

Le ricostruzioni al momento sono imprecise e frammentarie, poiché l’autista, che ha dato l’allarme dopo esser stato derubato, è in stato di shock e non ha saputo fornire ancora dettagli utili. La modalità della rapina, però, desta diversi dubbi e valutazioni della Polizia Stradale intervenuta, poiché seppur ripulito dell’intero contenuto il portavalori pare sia stato lasciato intatto nella mani dell’autista. Sul caso, quindi, gli inquirenti non escludono nessuna pista.

  • fabio

    buona pasqua ragazzi

  • SALVO

    Sicuramente si tratta di persone iscritte al PD!!!! Loro non lasciano niente!!!!!

  • che vuoi + dalla VITA

    allora non sono i cerignolani … la colpa sempre nostra ogni volta per questi episodi,, ma poi dalle indagini allargando il raggio , si scopre che le cose riguardano altre città tipo FOGGIA SAN SEVEO ,ORTANOVA, ANDRIA , BITONTO , BARI , ALTAMURA , CASERTA, BENEVENTO. occhio gli indiziii ci sono basta non soffermarsi solamente su ceri . che vuoi più dalla vita ….

  • cerig

    e stato proprio il vigilante sicuroooo