Domenica importante per le formazioni ofantine, in una penultima giornata del campionato di Serie C Silver che può essere foriera di verdetti definitivi (o quasi). Per l’Allianz Udas impegnativa sfida casalinga alle 18 al Pala “Dileo” contro il Ruvo di Puglia dell’ex Matteo Totaro, già salvo da qualche turno con 26 punti, frutto di tredici vittorie e diciassette sconfitte. Per i biancazzurri situazione di emergenza: da valutare l’infortunio al piede di Falcone, unitamente agli influenzati Triglione e Mennuni; ritorna ad allenarsi anche capitan Serazzi, mentre sono a disposizione Voss, Malat e Tredici. Per Luigi Marinelli indubbiamente una formazione da reinventare, come dice lui stesso in esclusiva al nostro giornale: «Non è stata una settimana facile per preparare questa sfida, mi auguro di recuperare qualcuno, c’è necessità di portare a casa i 2 punti. Ruvo viene da cinque vittorie consecutive, ha un roster di esperienza e con la salvezza acquisita possono permettersi di giocare con serenità. Dobbiamo vincere per mantenere saldo il terzo posto, perché poi ci sarà una seconda parte di torneo dispendiosa da affrontare: avrei voluto non ci fosse stata la sconfitta a Trani, saremmo stati più sereni per questo rush finale». Arbitri del confronto Porcelli (Corato) e Marseglia (Mesagne).

Per l’Olimpica Basket match insidioso in trasferta a Bari, contro l’Adria (ore 18): per i gialloblu di Giovanni Gesmundo è stato fondamentale il riposo pasquale, per cancellare l’amaro verdetto interno contro la Webbin Manfredonia dopo due supplementari. C’è una situazione di tranquillità all’interno del gruppo, consapevole che questa sia l’ultima chiamata per cercare di agguantare l’ultimo posto disponibile per i playoff. Il capitano Milo Bacchini al nostro giornale dice: «Abbiamo avuto due settimane per riprenderci da una sconfitta amara, abbiamo perso per meriti loro e demeriti nostri: bisogna fare quadrato e ripartire. L’Adria Bari è una squadra da rispettare, hanno due giocatori che hanno fatto la storia del basket come Delli Carri e De Bellis: per noi è quindi necessario vincere, sperando in qualche disgrazia altrui». Dirigeranno la contesa Di Sisto (Nardò) e Sancilio (Brindisi). Dando un’occhiata alla classifica a due turni dal termine, nella parte alta l’Allianz Udas ha 48 punti, a sole due lunghezze dal Vieste (che ospita Altamura) e tallonata da Manfredonia e Foggia a 46, che ricevono rispettivamente JuveTrani e Castellaneta. L’Olimpica Basket, a 28 punti, deve sperare che Manfredonia batta Trani a quota 30 e resistere all’assalto di Ostuni (26 punti) che riceve la capolista Nardò. Con il fascino delle partite in contemporanea, prepariamoci a 40 minuti di emozioni a tinte forti.

CONDIVIDI
  • tifoso

    Solito paraculo coach Udas mette sempre le mani avanti.