Un penultimo turno del campionato di Serie C Silver che, grazie alla contemporaneità delle partite, ha regalato clamorose sorprese ed anche verdetti ancora da definire. Per l’Allianz Udas arriva un importante successo casalingo contro il Ruvo dell’ex Matteo Totaro, salvo già in anticipo da qualche turno ma che ha lottato a lungo alla pari con i biancazzurri di Luigi Marinelli. Avvio di gara molto equilibrato, con le firme di Ambrosecchia e Williams per gli ospiti, Malat e Cipri per i padroni di casa unitamente a capitan Serazzi, che alla sirena del primo quarto effettua un canestro da metà campo che fa esplodere il palasport ofantino: 37-20. Secondo quarto con gli udassini che controllano molto bene le operazioni, di contro Ruvo pur di rimanere in scia cerca di non disunirsi: le prime disattenzioni sono fatali e l’Allianz Udas chiude all’intervallo lungo. Nella seconda parte del match, i “cannibali” arrivano al +15 (59-44), Ruvo si rifà sotto con Corvino e Funderburke fino a -7: sembra profilarsi un finale sofferto ma è solo un momento, poiché sale in cattedra Gianluca Tredici, che con Voss e Malat chiude la contesa 100-74. Adesso una intensa settimana di preparazione, in vista della trasferta contro l’Invicta Brindisi, umiliata 111-48 dal Monopoli.

Per l’Olimpica Basket c’è una capitale vittoria in trasferta contro l’Adria Bari (80-84), che conserva intatte le speranze di agganciare i playoff. La partenza dei gialloblu di Gesmundo è arrembante, con Bacchini e Teofilo a far da mattatori con un ottimo gioco e riusciti schemi: la sponda barese fatica sin da subito a rintuzzare ed il primo quarto si chiude 15-24 per gli ofantini. Nel secondo periodo, l’Adria Bari si affida ai soliti Delli Carri ed Albanese per accorciare le distanze, ma Barreiro e Darby tengono a debita distanza gli avversari fino all’intervallo lungo, archiviato sul 37-42. Nel secondo tempo, i locali compiono una bella rimonta grazie ai suoi uomini migliori ed alla penultima sirena sono avanti di un punto (62-61). La svolta nei tre minuti finali: Albanese mette la tripla del +6 per l’Adria Bari, l’Olimpica ci mette tutto, sudore, grinta e cinismo sufficiente. Schiacciata e bomba impossibile dall’angolo di Darby per il -1. Ed è ancora Darby ad infilare i due tiri liberi che saranno decisivi, nonostante il forcing asfissiante dei padroni di casa. Comincia una settimana di allenamenti intensi per preparare la sfida casalinga di domenica contro la Cestistica Ostuni, vittoriosa nel finale sulla capolista Nardò 77-75: i gialloblu agganciano Trani e si portano all’ottavo posto e, superando i brindisini, conquisterebbero la fase postseason.

CLASSIFICA ALLA TRENTUNESIMA GIORNATA

Nuova Pallacanestro Nardò 54; Sunshine Bk Vieste, Allianz Udas Cerignola 50; Webbin Angel Manfredonia, Diamond Foggia 48; Libertas Altamura 38; Adria Bari 32; Olimpica Bk Cerignola, JuveTrani 30; Cestistica Ostuni 28; Virtus Ruvo di Puglia 26; Bk Fasano 24; Valentino Castellaneta 20; Francavilla 18; Action Now! Monopoli 16; New Basket Lecce 10; Invicta Brindisi 6.

CONDIVIDI