Il mese di aprile potrebbe essere ricordato, per alcuni, come il periodo nero per l’amministrazione Metta in tema ambientale. E’ di ieri, infatti, la notizia dell’esposto alla Procura della Repubblica di Teresa Lapiccirella, capogruppo di Capitanata Democratica e, per certi versi, l’unico Consigliere di maggioranza che continua ad esprimere dubbi e perplessità su alcune azioni della Giunta, che denuncia diverse carenze e problematiche di natura ambientale. Da diverso tempo Cerignola vive una situazione imbarazzante e il passare dei giorni non fa altro che aggravare la situazione. A partire dalla seconda metà del pomeriggio e per tutte le ore notturne la città è invasa da olezzi di varia natura che, verosimilmente, potrebbero provenire sia dalla combustione di rifiuti e materiali in gomma e plastica, che dal cattivo funzionamento dell’impianto di depurazione.

«Ad oggi, tra le autorità sanitarie ed amministrative, nessuno ha saputo dare una spiegazione a questo fenomeno e i residenti, legittimamente, temono per la pubblica incolumità», scrive Lapiccirella dopo aver illustrato con diversi esempi tutte le problematiche del caso. Nell’esposto, quindi, la Consigliera chiede «di voler accertare la sussistenza, l’origine e la natura dei predetti fenomeni che interessano la città di Cerignola, nonché di accertare la sussistenza di eventuali illeciti penali nei fatti denunciati, individuando le eventuali responsabilità di tutti i soggetti coinvolti nei confronti dell’erario e della collettività».

Una questione che sta creando non pochi problemi sia in capo al delegato all’ambiente, sia all’intera maggioranza impegnata, ad ora, in improbabili comunicati stampa di complimenti per non chiari meriti della manovra amministrativa in tema ambientale. Quantomeno rischioso prodursi in elogi ora, in questo preciso momento storico, con le oggettive problematiche che ci sono. I tafazziani tentativi di soccorso, da parte di taluni, fanno sembrare gravi le conseguenze dovute all’inalazione involontaria di aria tossica. Al di là delle pregresse responsabilità, imputabili alle precedenti governance, sembra che oggi in nove mesi di gestione della cosa pubblica non si riesca a trovare la soluzione. Sì perché, è bene ricordare, chi amministra, a differenza del semplice cittadino, è deputato non solo all’individuazione di una problema ma, soprattutto, alla risoluzione, con modalità e tempi ben precisi.

Le stesse soluzioni che in campagna elettorale erano a portata di mano, però, oggi pare siano state smarrite. «Cerignola puzzava nel 2012 e puzza ancora oggi e Giannatempo non ha mai smesso di prenderci in giro» scriveva l’aspirante amministratore Antonio Lionetti in una nota stampa del gennaio 2014«L’impianto di depurazione di Cerignola è pessimo e il cattivo funzionamento è legato soprattutto all’arrivo frequente di scarichi anomali […] Evidentemente occorre un piano di monitoraggio e controllo degli scarichi fognari per individuare le criticità e le probabili cause della puzza in città» dichiarava il cicognino«Con il sindaco Giannatempo è morta ogni speranza di elevazione di Cerignola. Speranza di un cambio di passo che “La Cicogna” tiene viva e che se opportunamente valorizzata dai cittadini vedrà nascere una amministrazione attenta e scrupolosa, soprattutto in temi delicati come quelli della salvaguardia ambientale e della salute dei cittadini. […] Non ci resta che sperare per il meglio. Nel frattempo dobbiamo tollerare, ancora per un anno, la puzza e… Giannatempo» chiosava Lionetti.

E’ passato oltre un anno, la puzza è la stessa se non peggiore, le criticità sembrano restate immutate se non, addirittura, aggravate, e, lapalissianamente, Giannatempo non è più Sindaco.

  • Ciccillo

    È scesa in campo Lapiccirella Cerignola da ora profumerà hahaha

  • SINDACO NUOVO

    LIONETTI FORSE HAI DIMENTICATO CIO’ CHE PROMETTEVI DURANTE LA CAMPAGNA ELETTORALE(NE DUBITO), MA NOI CITTADINI NO!!!
    PER NON PERDERE QUEL POCO DI CREDIBILITA’ CHE HAI ED AVETE LI SUL COMUNE DI CERIGNOLA, CERCA DI FARE QUALCOSA DI CONCRETO ED AL PIU’ PRESTO, ALTRIMENTI LA TUA PAROLA A BREVE VARRA’ ZERO ASSOLUTO!!!!
    LA COSA ASSURDA E’ CHE PROBABILMENTE CON EVENTUALI INQUINAMENTI NOCIVI, ANCKE VOI E LE VOSTRE FAMIGLIE POTREBBERO AMMALARSI….
    GRAZIE TERESA LAPICCIRELLA, ALMENO QUALCUNO CON UN PO’ DI COSCIENZA E’ RIMASTO….

  • UNADINOI

    E TERESA UNA DI NOI
    E TERESA UNA DI NOI
    E TERESA UNA DI NOI

    • Ospite

      Finalmente una intellettuale, una che sa il fatto suo, il massimo che un’amministrazione pubblica può avere io avrei una proposta subito Santa a scusate subito Sindaco.
      Speriamo che vadano via subito questi incompetenti su tutti i fronti.