A Foggia, i Carabinieri delle Stazioni di Ascoli Satriano e Stornara hanno localizzato e tratto in arresto il catturando TARRICONE Martire, nato a Cerignola, classe 1977, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere emesso dal Tribunale del Riesame di Bari, su richiesta della Procura della Repubblica di Foggia, per atti persecutori nei confronti di una donna residente a Stornara sua ex compagna.

I militari della Stazione di Stornara erano riusciti a dimostrare che la vittima, a seguito dell’interruzione della propria relazione sentimentale con il TARRICONE, era stata più volte avvicinata dallo stesso con intenti intimidatori e molestie, nonché vere e proprie aggressioni sia fisiche, sia verbali, al fine di poter riprendere il rapporto, cagionandole un profondo stato d’ansia e preoccupazione per la propria incolumità. All’atto dell’esecuzione del provvedimento restrittivo, circa un mese fa, il soggetto non era stato rintracciato. Ora è stato associato alla casa circondariale di Foggia. Nell’ambito del medesimo contesto investigativo, i Carabinieri hanno inoltre deferito in stato di libertà una donna per favoreggiamento personale, poiché ha aiutato il TARRICONE a sottrarsi alla cattura, assicurandogli alloggio e ospitalità presso la propria abitazione.

IMG-20160410-WA0000La medesima è stata deferita anche per ricettazione ed impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato. I Carabinieri, infatti, nel corso della perquisizione d’iniziativa eseguita presso l’abitazione, hanno rinvenuto vari reperti d’interesse archeologico, artistico e storico, risalenti presumibilmente al IV e III secolo a.C., sottoposti a sequestro.