Se festa doveva essere lo è stata, al termine di una gara combattuta ad alta tensione in campo e sugli spalti: alla fine l’urlo di gioia è dell’Allianz Udas. I biancazzurri allenati da Luigi Marinelli si sono laureati campioni regionali di Puglia, battendo con il punteggio di 86-82 una Diamond Foggia mai doma, che anzi ha avuto l’opportunità di riuscire nell’impresa, ma l’ha sprecata. L’avvio della partita è estremamente equilibrato, fra sorpassi e controsorpassi i padroni di casa fanno capire subito di che pasta sono fatti: da Marchetti a Triglione, mastino quanto basta in difesa per non far passare i rivali, passando per un immenso capitan Serazzi ed un Falcone tuttofare, gli udassini se la giocano alla grande contro i dauni, che pur segnati dalla trasferta vittoriosa di Nardò, restano in scia. Vigilante e Brantley patiscono il secondo quarto, complice il momento psicofisico particolare e l’Allianz chiude all’intervallo lungo 44-29. All’inizio del secondo tempo, la Diamond ci mette cuore e grinta per recuperare tutto lo svantaggio: Foggia ci riesce, mettendo il naso davanti alla fine del terzo quarto (68-72), ma pesano nell’ultimo periodo due espulsioni per il coach Vigilante ed un giocatore per reiterate proteste nei confronti della coppia arbitrale. L’equilibrio si spezza a favore degli ofantini negli ultimi 2′ di gara con Serazzi, Tredici e Malat: poi esplode la festa in campo e sugli spalti, e non manca qualche momento di tensione nel post gara. Adesso poco tempo per metabolizzare la vittoria: da lunedì si ricomincia per tentare la scalata alla Serie B, ma questa storia comincerà dal 1 maggio.

CONDIVIDI