Con una grande prova di forza l’Iposea Udas Volley ha la meglio sulla Gap Edilcentro Acquarica e mantiene la seconda posizione in classifica a tre giornate dal termine del campionato. Al Palazzetto dello Sport “William Ingrosso” di Taviano, la gara termina al tie-break (25-22/17-25/22-25/25-23/10-15), così come era accaduto all’andata. I tecnici cerignolani Leo Castellaneta e Roberto Ferraro sono costretti a rinunciare al centrale Mitidieri, bloccato da un dolore alla schiena durante il riscaldamento pre-partita. Al suo posto subentra capitan Lanzone. Per il resto la formazione è quella delle ultime uscite: la diagonale formata dal regista Leone e l’opposto Toma, l’altro centrale Mancini, i laterali Durante e Garofalo e il libero Bisci. La compagine salentina, allenata da Fabrizio Licchelli, risponde con il palleggiatore Licchelli, l’opposto Guerrieri, i centrali Tridici e Melfi, gli schiacciatori Battilotti e Lotito e il libero Barone.

La gara è frizzante fin dai primi scambi, giocati a ritmo alto. Le due squadre riescono a cambiare palla in modo agevole, ma sono molto fallose in battuta. I padroni di casa creano il primo break a ridosso del secondo time-out tecnico (16-13). Alla ripresa delle ostilità gli udassini si riportano a una sola lunghezza di svantaggio, grazie a un errore degli avversari e a un attacco di Lanzone propiziato da una battuta velenosa di Mancini. Gli allenatori cerignolani inseriscono Montagna per alzare il muro, ma la mossa non sortisce gli effetti sperati. Acquarica ritorna a macinare gioco e sul finire del set mette giù palloni decisivi per la conquista del primo parziale. Alla ripresa del match, la reazione dell’Iposea Udas Volley è rabbiosa. Toma e compagni mettono in difficoltà gli avversari con attacchi precisi e pregevoli muri punto. I biancoazzurri aggiustando il tiro anche in battuta, mettendo spesso sotto pressione la ricezione avversaria. Capitan Lanzone, con due punti consecutivi, porta a sette le lunghezze di vantaggio al secondo time-out tecnico. I salentini non reagiscono e l’Iposea Udas mantiene il vantaggio fino alla fine del set.

Il copione non cambia nel terzo parziale. Un attacco di Toma, un muro di Durante e un primo tempo di Lanzone, in sequenza, permettono alla formazione cerignolana di accumulare subito un cospicuo vantaggio. In campo gli animi si surriscaldano. Acquarica subisce due espulsioni, ma questa nuova carica agonistica permette ai padroni di casa di rientrare in partita. È ancora un attacco vincente di Toma a determinare ben due set-point, uno dei quali subito sfruttato da capitan Lanzone. L’Iposea Udas Volley parte a spron battuto anche nel quarto periodo. La reazione della compagine salentina questa volta non tarda ad arrivare: i padroni di casa riescono a recuperare e sopravanzare gli udassini nel punteggio. La gara ora è vibrante: Acquarica tenta anche di prendere il largo, ma la squadra cerignolana resta in scia, non riuscendo tuttavia a trovare la giocata giusta per pareggiare i conti. I salentini proseguono con il loro gioco e conquistano il set, prolungando la sfida al tie-break.

Come all’andata, dunque, è il quinto periodo a decretare la formazione vincitrice del match. La prima parte è contraddistinta da sostanziale equilibrio e si gioca punto a punto. La sterzata decisiva dell’Iposea Udas arriva dopo il cambio campo, con Mancini alla battuta. Il servizio velenoso del centrale cerignolano prima propizia i muri di Durante e Toma, poi provoca due ace consecutivi. Gli udassini hanno ben sei palle per il match-point e alla terza opportunità conquistano il punto decisivo. “È stata una partita di alto livello – commenta a fine gara il tecnico Leo Castellaneta – e a tratti si è vista una pallavolo di altra categoria. Siamo stati bravi a superare quei momenti di difficoltà e siamo molto contenti per il risultato finale”. Tra una settimana si ritorna in campo: l’avversario sará la capolista Ottaviano. “Ci aspetta una partita tosta – afferma capitan Lanzone – e noi ce la giocheremo come sempre. Sulla scia di quanto fatto in queste ultime settimane, ci alleneremo per affrontare la gara nella maniera migliore possibile”. L’appuntamento, dunque, è per domenica prossima 24 aprile alle ore 18: al “Pala Di Leo”, come detto, arriva la capolista Ottaviano.

CLASSIFICA ALLA VENTITREESIMA GIORNATA

Gis Pallavolo Ottaviano 60; Iposea Udas Cerignola 46; Tya Marigliano 45; Snav Folgore Massa 44; Prisma Asem Bari 38; Happy Network Gioia del Colle 31; Pallavolo Andria 30; Gapvolley Acquarica Taviano 29; Elisa Volley Pomigliano, Volley Capitanata 25; Volley Locorotondo Castellana 20; Caffè Cappuccini Tricase 12; Rione Terra Pozzuoli 9.

CONDIVIDI