Si è tenuta nel tardo pomeriggio di sabato scorso l’inaugurazione della sede del neonato gruppo politico DestrAttiva, nei locali di via Buozzi, 5, a Cerignola. Il gruppo, composto da giovani professionisti tra i 25 e i 40 anni, ha accolto i presenti con il materiale informativo relativo al referendum che si sarebbe tenuto l’indomani e illustrando idee e e iniziative alla base del progetto DestrAttiva. Con brevi, ma mirati, interventi il gruppo fondatore, per un verso ha delineato la propria posizione di ferma contrarietà rispetto alle varie forme di degenerazione comunicativa che, soprattutto a cavallo delle ultime amministrative, hanno travalicato ogni limite e, per altro verso ha manifestato l’intenzione di ripristinare un dialogo serio e costruttivo tra le varie anime della Destra (liberali, moderati e conservatori), sempre più allo sbando e sempre più carente nella programmazione a lungo termine. Sono stati presentati una serie di contenitori tematici che andranno riempiti nel tempo, primo tra tutti quello legato alla formazione politica, in contrapposizione a tutto ciò che è improvvisazione, con un accento particolare rivolto al concetto di cittadinanza responsabile, di primaria importanza per i fondatori del gruppo.
Infine è stato toccato l’argomento referendum, con una dettagliata spiegazione dei motivi che hanno portato DestrAttiva a decidere per il Sì.
Tra i presenti, un centinaio in tutto, anche l’ex sindaco di Cerignola Antonio Giannatempo, l’ex assessore provinciale Mimmo Farina, l’attuale coordinatore cittadino di FI Gianvito Casarella e il presidente di Confagricoltura Foggia Onofrio Giuliano.
“…siamo davvero felici della nostra prima uscita ufficiale. Non ci aspettavamo così tanta gente e questo ci riempie di orgoglio, ma allo stesso tempo ci carica di responsabilità per il futuro. Ora inizia la parte più difficile, ma forse la più bella: portare avanti le nostre idee ed i nostri programmi con costanza e dedizione, coinvolgendo quanta più gente possibile in questo progetto”.