Riceviamo e pubblichiamo una nota stampa del consigliere Rendine inerente la sosta a pagamento e, a suo avviso, le modalità con cui si gestisce il problema dei lavoratori di tale settore da parte del Sindaco. Di seguito la nota.

Il consigliere comunale Mario Rendine, capogruppo “Sgarro Sindaco”, riferisce «Ancora una volta il sindaco Franco Metta, utilizzando un atteggiamento che definire mediocre è limitativo, effettua terrorismo psicologico nei confronti dei lavoratori e dei cittadini della nostra città».

«In questa occasione, con la nota stampa del 18 aprile 2016, pubblicata da alcuni siti di informazione on line, le vittime di una bassa speculazione sono stati i dipendenti della Cooperativa che gestisce la sosta a pagamento. Addirittura si spinge a dichiarare velatamente che il posto di lavoro di queste persone possa essere compromesso dalle forze di opposizione, che fomenterebbero dissenso ed illegalità!

Proprio a noi che lottiamo ogni giorno, tra mille sacrifici, per rendere questa città migliore! Qualsiasi persona con un minimo di intelligenza e di senso logico, per quanto possa sforzarsi non riesce a capire il nesso tra le due cose! Ed, infatti, per quanto ovvio, bisogna ricordare che un nesso non esiste!!! Capisco che al sindaco non conviene avere un’opposizione seria ed onesta che denuncia costantemente la sua pessima attività amministrativa…

… capisco che non vuole che si sappia che lui continua a tartassare i cittadini solo per trovare i soldi per dispensare “generosi” affidamenti diretti a chi era candidato nelle sue liste, incarichi con stipendi d’oro ad amici e quant’altro…

… ma c’è un limite a tutto!!!

Noi dobbiamo farlo perché è il nostro dovere, perché abbiamo il vincolo di morale di spiegare ai cittadini come vengono utilizzati i loro soldi.

Lui, invece, continua ad essere un BUGIARDO!

È vergognoso mentire a chi effettua quotidianamente il proprio lavoro, con impegno e per strada, che sia con il caldo estivo o il freddo invernale, con il sole o con la pioggia.

È vergognoso offendere chi con il sudore della propria fronte combatte ogni giorno per garantire a sé ed alla propria famiglia il sostentamento.

È vergognoso speculare nei confronti di chi conosce il sacrificio ed affronta il proprio lavoro con la massima professionalità e dignità.

Il tempo delle menzogne e del malaffare sta finendo.

I cerignolani hanno capito quale sindaco hanno votato e sono pronti a rimediare ai propri errori»