Netta affermazione dell’Iposea Udas Volley con la capolista Gis Pallavolo Ottaviano per tre set a zero (25-23/25-20/27-25) che consente alla squadra cerignolana di consolidare il secondo posto in classifica. Toma e compagni infliggono la seconda sconfitta del torneo alla compagine vesuviana, che per la prima volta in stagione non riesce a portare a casa nemmeno un set. I tecnici ofantini Leo Castellaneta e Roberto Ferraro ripropongono la stessa formazione di sette giorni fa: Leone in regia, l’opposto Toma, capitan Lanzone e Mancini centrali, i laterali Durante e Garofalo e il libero Bisci. La formazione campana scende sul parquet del “Pala Di Leo” con la diagonale formata dal palleggiatore Libraro e l’opposto Lucarelli, al centro Bianco e Contursi, gli schiacciatori Canzanella e Montò e il libero Vacchiano.

Gara dai ritmi non elevatissimi nelle prime battute. L’iposea Udas Volley approccia il match con la concentrazione e lo spirito giusto. Un Toma in grande spolvero mette in difficoltà la retroguardia campana non solo con potenti schiacciate, ma anche al muro e in battuta. Il sestetto di casa gioca con fluidità: un primo tempo di Mancini e una diagonale stretta di Durante regalano sette lunghezze di vantaggio ai cerignolani (23-16). Ottaviano, però, non ci sta a fare da semplice comparsa. La capolista del girone H reagisce e infila cinque punti consecutivi. Gli allenatori udassini provano a cambiare la diagonale, inserendo il palleggiatore Del Vescovo e l’opposto Petruzzelli. E’ proprio quest’ultimo a regalare il set point ai suoi, che viene concretizzato dall’attacco preciso di Garofalo.

La Gis Ottaviano cambia marcia all’inizio della seconda frazione, alzando i ritmi di gioco. L’iposea Udas soffre, ma resta in scia grazie alle ottime difese, ai muri di Leone e Toma e agli attacchi dei centrali. Gli udassini sono costretti a rincorrere per buona parte del periodo, ma un muro di Lanzone impatta il risultato sul 18 pari. La seguente serie di battute di Toma manda in tilt la ricezione avversaria, tanto che l’Iposea Udas Volley mette a referto ben sei punti consecutivi. Ottaviano non riesce più a recuperare e un attacco dell’opposto cerignolano suggella la rimonta (25-20). Il terzo set è più equilibrato, si gioca punto a punto. Le due formazioni mettono in campo una pallavolo di alta qualità: il tasso tecnico è elevato sia in attacco che in difesa, tanto che le squadre devono provare anche quattro volte di seguito per acciuffare il punto. Il pubblico gradisce e spesso accompagna le giocate con applausi scroscianti. Una partita del genere non poteva che regalare un finale emozionante. I capovolgimenti di fronte si susseguono, ma il primo match-point lo guadagna l’Iposea Udas Volley con una bella giocata di Garofalo. Ottaviano nega il punto decisivo per ben due volte, ma un attacco di Toma e un muro di Mancini mettono la parola fine sulla gara.

«E’ chiaro che vincere con la capolista che ha dominato questo torneo di B2 è una grande soddisfazione – commenta Castellaneta a fine partita -. E’ una vittoria fondamentale per il nostro obiettivo: terminare il campionato al secondo posto. Credo che ci meritiamo questo traguardo, perché siamo stati in questa posizione per gran parte della stagione». La prossima gara, l’ultima trasferta, si giocherà a Bari con l’Asem, in quel palazzetto dove l’Iposea Udas Volley circa un anno fa conquistò la B2. «Sarà una partita difficilissima – afferma il libero Gianluca Bisci -. All’andata abbiamo perso al tie-break e loro in casa sono una squadra rognosa. Dovremo giocare con la massima concentrazione, come con Ottaviano, e dare tutto». Il match, valido per la 12° giornata di ritorno del campionato di B2, è in programma a Bari sabato prossimo 30 aprile alle ore 18:30.

CLASSIFICA ALLA VENTIQUATTRESIMA GIORNATA

Gis Pallavolo Ottaviano 60; Iposea udas Cerignola 49; Snav Folgore Massa 47; Tya Marigliano 45; Prisma Asem Bari 39; Happy Network Gioia del Colle, Pallavolo Andria 33; Gapvolley Acquarica Taviano 32; Volley Capitanata 28; Elisa Volley Pomigliano 25; Volley Locorotondo Castellana 20; Caffè Cappuccini Tricase 12; Rione Terra Pozzuoli 9.

CONDIVIDI