Si è tenuto a Catania domenica scorsa, nella splendida cornice del PalaCatania, il Campionato italiano Juniores Fijlkam (Under 21): la gara è stata organizzata dal Comitato Regionale Fijlkam Sicilia e dalle società Asd Tinania judo Club (CT) e Asd Dinamyc Center Gravina (CT). Alla competizione ha partecipato Federica Pinnelli, classe ’96, atleta della società Asd Kerinos Cerignola. L’atleta, sotto la costante guida del Tecnico Federale Giovanni Guerrazzi, parte bene, con atteggiamento perfetto, impeccabile. Sul tabellone di gara lei è la testa di serie numero 3, grazie ai risultati conseguiti negli anni scorsi e batte le sue avversarie a suon di Ippon (ko tecnico), incontri vinti tutti prima del limite. La Pinnelli giunge in finale con la giusta determinazione: la sfidante è Eleonora Geri -figlia d’arte- in forza al Gruppo Sportivo Carabinieri, atleta fortissima e favoritissima visto il suo curriculum sportivo di notevole rispetto. Non è questo a spaventare Federica, la sua motivazione è alle stelle, perché si tratta dell’incontro che decreterà la Campionessa Italiana. Il match procede in parità fino al secondo minuto, punto di svolta in quanto entrambe le sfidanti ricevono una sanzione. Federica domina nettamente la sfida, ma a 30 secondi dalla fine esce fuori dal quadrato di gara e riceve una ulteriore sanzione: questa sarà l’azione che decreterà la GERI campionessa italiana juniores e l’ofantina Pinnelli vicecampionessa italiana, conquistando la medaglia d’argento e aggiudicandosi la Cintura Nera III Dan.

Immensa è la soddisfazione in casa Guerrazzi e dell’Asd Kerinos: «Portare a Cerignola un risultato di questo spessore non capita tutti i giorni: mi complimento con l’atleta Pinnelli, è stato fatto un lavoro particolare e le ore di duro allenamento per questa gara hanno portato buoni risultati, peccato per la finale -commenta il tecnico Guerrazzi-. Perdere il titolo per una sanzione lascia sempre un po’ l’amaro in bocca, la soddisfazione più grande è stata quella di ricevere i complimenti da esponenti federali. Adesso si ritorna al lavoro, altre competizioni ci attendono: un ringraziamento a tutti gli atleti e tecnici della famiglia Kerinos, che hanno contribuito a questo fantastico risultato».

image2Queste invece le parole di Federica al termine della competizione: «Questa medaglia è il risultato di mesi e mesi di sacrifici. La dedico a tutti i miei amici che hanno creduto sempre in me, ai tutti i miei compagni di allenamento, senza i quali allenarmi è impossibile. In particolar modo al mio Maestro Gianni, Maestro di Judo ma sopratutto Maestro di vita: se sono arrivata a raggiungere questo obbiettivo lo devo a lui in particolare, che ha sempre creduto in me dal primo giorno. Dedico la medaglia anche alla mia famiglia, mi sono stati sempre vicino incoraggiandomi e sostenendomi». Il prossimo appuntamento saranno i Campionati Italiani Assoluti. Questo il podio della categoria +78 kg: 1) Eleonora Geri (Carabinieri); 2) Federica Pinnelli (Kerinos Cerignola); 3) Annalisa Calagreti (Ginnastica Tifernate) e Francesca Roitero (Skorpion Pordenone).

CONDIVIDI
  • preem

    u preem arruè l’oootm a scrsenn