Un altro importante successo per l’ottava edizione del premio Letterario Nazionale “Zingarelli”. L’evento, organizzato dall’Associazione Culturale “Liberamente”, con il patrocinio comunale dell’Assessorato alla Cultura, Regione Puglia, Università di Foggia ed altri enti provinciali e regionali, si è svolto in due parti: al mattino, in aula consiliare gremita dei ragazzi delle principali scuole cittadine, ci sono state due lectio-magistralis, la prima del professor Vittorio Coletti, del direttivo dell’Accademia della Crusca sui cambiamenti grammaticali Italiani. Sul tema, il docente in esclusiva a lanotiziaweb.it spiega: “Ci sono stati molti cambiamenti in questa arte, la lingua cambia attraverso lo studio; la scienza è capire l’essenza stessa dei termini che apprendiamo e che vengono usati. Vedere tanti giovani in aula consiliare ci fa capire che bisogna responsabilizzarli ad un uso corretto delle parole sia scritte che parlate”.

La seconda, tenuta dal Presidente dell’Ordine dei Giornalisti di Puglia, Valentino Losito, su “Giornalismo e Parole: istruzioni per l’uso”. “Noi viviamo con le parole, le frequentiamo ogni giorno – ha affermato Losito -; e questo potrebbe essere un rischio, in questa occasione vorrei dire ai colleghi che dobbiamo essere umili, siamo maestri di ciò e dobbiamo usare con grande cura quel che scriviamo nei giornali, nelle emittenti televisive perché possono ferire chi si sente coinvolto in vicende delicate, per cui grande rispetto su queste tematiche”.

Infine, a conclusione della mattinata, l’intervento dello scrittore ed autore televisivo Tommy Di Bari che ha affrontato il tema dell’arte nello scrivere. In serata la cerimonia di premiazione, intervallati dalle esibizioni dell’Angel Chorus diretto da Raffaella Cardinale, delle Officine Musicali Big-Band con connotazione jazzistica guidata da Antonio Piacentino, che insieme ai tre illustri relatori sono stati insigniti del premio speciale “Non Omnia Possumus Omnus”.

Per Michele Lastella, il riconoscimento è stato ritirato dai genitori. Per la sezione Narrativa edita, il primo premio lo ha vinto Dalila Speziga con “Il commercio di Angeli Rosa” casa editrice Mauro Miotti da Porto Torres (SS), e per la poesia inedita Maria Teresa Infante con “Senz’alba” da S. Severo (FG), senza dimenticare le onorificenze alle scuole primarie che hanno partecipato al premio, con una pergamena ed il vocabolario della lingua italiana 2016.

La Serata condotta da Andrea Lancione e Mariangela Mariani, ha visto anche l’intervento del Vescovo Monsignor Luigi Renna che sul palco del teatro ha annunciato l’intenzione di patrocinare come diocesi il prossimo anno l’evento che riveste di particolare importanza la nostra città.

Questo slideshow richiede JavaScript.