Termina con una vittoria al tie-break (25-15/18-25/25-16/23-25/15-8) l’ultima gara della stagione dell’Iposea Udas Volley contro la quarta forza del campionato, la Tya Marigliano. Al Palazzetto dello Sport “Nando Di Leo”, i tecnici cerignolani Leo Castellaneta e Roberto Ferraro schierano il regista Leone, l’opposto Toma, i centrali Mancini e Lanzone, i laterali Durante e Garofalo e il libero Bisci. La squadra campana, guidata da Luigi Bracciano, è scesa sul parquet con la diagonale formata dal palleggiatore Di Giorgio e l’opposto Calabrese, al centro Pecoraro e Rumiano, gli schiacciatori Picariello e Salvatore e il libero Conforti.

Parte subito forte l’Iposea Udas Volley, ma Marigliano risponde a tono. Il capitano Lanzone, con due punti consecutivi, permette alla compagine cerignolana di andare sul +4 al primo time-out tecnico. Nella rotazione di squadra viene coinvolto anche il secondo libero Raffaele. Il team ofantino gioca in scioltezza, recuperando palloni e mettendo a segno punti pesanti con Toma e Garofalo. Sul 19-10 per i padroni di casa, i tecnici cerignolani inseriscono forze fresche: entrano in campo il palleggiatore Del Vescovo, lo schiacciatore Montagna e l’opposto Petruzzelli. Proprio quest’ultimo, con un ace magistrale, conquista il punto decisivo del set. I tre neo-entrati alla fine del primo parziale restano in campo anche nel secondo periodo. Marigliano rientra sul parquet con maggiore determinazione e la gara ora è più equilibrata. La squadra campana raggiunge anche un vantaggio di quattro punti, ma l’Iposea Udas Volley riesce a ribaltare il punteggio prima del secondo time-out tecnico, grazie a un bel muro di Garofalo. Marigliano prende il largo sul finire del set e riesce a pareggiare i conti.

Nel terzo periodo ritornano in campo Leone, Toma e Durante. La squadra cerignolana macina gioco e punti e, dopo uno scambio interminabile finalizzato da Garofalo, si porta subito in avanti con un buon vantaggio sugli avversari (10-4). Marigliano, però, tenta di restare in scia e si porta a meno due. Dopo il secondo time-out tecnico, un parziale di 9 a 1 conquistato grazie alla battuta velenosa di Mancini, alle difese a muro di Durante, Toma e Leone e agli attacchi di Garofalo permette all’Iposea Udas di conquistare agevolmente il set. Cambia ancora il leit-motiv della gara nel parziale successivo. Marigliano riesce fin dalle prime battute ad accumulare un buon vantaggio. Gli udassini, con calma e pazienza, provano a rintuzzare. Il lungo inseguimento viene premiato verso la fine del set, quando un muro di Toma impatta il risultato sul 20 pari. Il finale di set è avvincente, giocato punto a punto: a spuntarla è la squadra campana che allunga la partita al tie-break.

L’equilibrio dell’ultimo e decisivo set viene spezzato dall’ace di capitan Lanzone (6-4). Dopo l’ottimo attacco di Toma, al cambio campo, l’Iposea Udas è in vantaggio di quattro lunghezze. Nella seconda parte del tie-break decisivi ancora i muri di Durante e gli attacchi di Toma. Proprio un colpo in diagonale dell’opposto udassino, sul primo di ben sei match-point, dà la vittoria alla squadra cerignolana. «Anche oggi è stata una gara lunga e intensa – commenta a fine partita Leo Castellaneta -. Quando sono stato contattato dalla società, ad inizio stagione, ci eravamo prefissati l’obiettivo di arrivare tra la prime tre del girone. Abbiamo raggiunto questo traguardo grazie all’apporto di tutti: anche chi è stato utilizzato di meno ha lavorato con serietà durante tutta la stagione».

Dopo l’ultima gara è tempo di bilanci, ma anche di ringraziamenti: «Mi sento di dover ringraziare la società – prosegue Castellaneta – perché ha creduto in me senza dare peso alla mia carta d’identità. Sono un allenatore giovane e non era facile affidare questo compito a un tecnico con poca esperienza. Ringrazio anche chi ha lavorato con me, da Roberto Ferraro a tutti i ragazzi del settore giovanile, e – conclude – ovviamente un grazie alla squadra: oltre alle partite e al fattore agonistico, conta anche l’aspetto umano e sicuramente ho accresciuto il mio bagaglio d’esperienza in questo senso». Dopo un periodo di meritato riposo, la società udassina si metterà subito all’opera per programmare la prossima stagione. L’Iposea Udas Volley, infatti, parteciperà al campionato unico di B, terza serie nazionale, vetta mai raggiunta da nessun’altra squadra di volley cerignolana.

CLASSIFICA ALLA VENTISEIESIMA ED ULTIMA GIORNATA

Gis Pallavolo Ottaviano 66; Snav Folgore Massa 53; Iposea Udas Cerignola 51; Tya Marigliano 46; Prisma Asem Bari 45; Happy Network Gioia del Colle 36; Pallavolo Andria, Gapvolley Acquarica Taviano 35; Volley Capitanata 31; Elisa Volley Pomigliano 28; Volley Locorotondo Castellana 20; Caffè Cappuccini Tricase 13; Rione Terra Pozzuoli 9.

CONDIVIDI