Il Piano Commercio da tempo al centro della discussione politica (e sociale) entra nel vivo. A comunicarlo è Pia Zamparese, assessore alle attività produttive, che prima in un convegno di alcuni giorni fa sul commercio in aree pubbliche e oggi con una nota stampa, ritorna sulla necessità di un iter che veda innanzitutto la realizzazione di un Piano Programma, propedeutico al Piano Commercio. Di seguito la nota integrale dell’assessore.

Fin dai primi giorni dell’Amministrazione Metta abbiamo lavorato per dotare Cerignola di un eccellente Piano Commercio. Per quanto riguarda il Commercio su aree Pubbliche ad oggi è ancora in vigore il “piano” approvato con DELIBERA di C.C. n. 59 del 2003, oramai difficile da utilizzare e da prendere come riferimento alla luce della normativa Regionale.

La REGIONE PUGLIA ha emanato infatti il 16 aprile dello scorso anno la Legge Regionale n. 24 del 2015 “Codice delCommercio” che disciplina l’esercizio delle attività commerciali in tutte le sue forme. Ne consegue che il lavoro svolto dalla precedente amministrazione non possa essere da ausilio alla luce di quanto appena esposto.

Tuttavia l’articolo 12 della legge sopracitata dispone che i comuni, nell’esercizio delle loro funzioni, si possono dotare di undocumento unico o di più documenti coordinati tra loro del DOCUMENTO STRATEGICO DEL COMMERCIO che comprendesia un’analisi dello stato attuale dei fatti e delle relative problematiche, sia la risoluzione delle criticità individuate.

È pertanto obiettivo di questa amministrazione “rivalutare” IL RUOLO DEL MERCATO considerando che i mercati localirappresentano una realtà importante per lo sviluppo economico e per l’intera economia locale.
Questo progetto richiede una revisione del piano di assetto territoriale attraverso una studio di carattere meramente PROGRAMMATORIO E STRATEGICO.
Ed ecco perché questa amministrazione si è orientata momentaneamente verso la creazione di un PIANOPROGRAMMA del commercio su aree pubbliche del Comune di Cerignola il quale prevede:

1 ANALISI DETTAGLIATA DI TUTTI I MERCATI ESISTENTI ED IN FUNZIONE;

2 CRITERI DI PIANIFICAZIONE E DI PROGETTAZIONE DEL NUOVO ASSETTO DEI MERCATI CITTADINI;

Intanto in attesa che la Regione Puglia emani i provvedimenti attuativi della LEGGE REGIONALE della legge n. 24/2015 l’Amministrazione potrà già fornire linee di indirizzo agli uffici competenti, mediante delibera di giunta approvata nella giornata di ieri, per:

  • Analisi dettagliata di tutti i mercati esistenti ed in funzione;
  • Azione di riordino del settore;
  • Riqualificazione delle aree mercatali;
  • Eventuale istituzione di mercati rionali ove necessario;
  • Riqualificare le zone in cui vi sono medie e buone prestazioni;
  • Potenziare i mercati rionali secondo la normativa vigente.

Solo attraverso questo iter l’Amministrazione potrà offrire agli operatori di settore e alla città tutta un Piano Commercio soddisfacente, ben organizzato e in linea con le esigenze attuali.

Al piano programma abbiamo già iniziato a lavorarci ed a breve vi saranno riscontri in merito. Già da lunedì saranno a lavoro i dirigenti del Settore Sviluppo Economico, Settore Tecnico – Urbanistica e Opere pubbliche – e del Comando di Polizia Municipale per studiare le azioni da porre in essere.

 

CONDIVIDI
  • avanti

    Beh ditemi voi se questa è peggio di quel consigliere che vorrebbe sostituirla…io credo di no. Pia vai avanti!