Lo scorso lunedì 13 maggio, personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola traeva in arresto il pregiudicato cerignolano PISCHETOLA Salvatore 34enne, in esecuzione del provvedimento di aggravamento della misura cautelare cui lo stesso si trovava sottoposto. In particolare, PISCHETOLA Salvatore, lo scorso 7 dicembre, veniva tratto in arresto, da agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cerignola, perché sorpreso nella flagranza del reato di furto aggravato di autovettura in concorso con altro pregiudicato cerignolano. A seguito di tale arresto, il PISCHETOLA fu dapprima sottoposto agli arresti domiciliari e successivamente all’obbligo di dimora in Cerignola, con divieto di uscire dall’abitazione dalle ore 20.00 alle ore 7.00. Tuttavia, il PISCHETOLA, per ben tre volte, risultava assente dalla propria abitazione, anche nottetempo, ed in una di queste circostanze veniva addirittura rintracciato, dagli Agenti del Commissariato all’interno di un bar di Cerignola, mentre era tranquillamente appoggiato al bancone intento a consumare quanto ordinato in precedenza.

Pertanto, opportunamente segnalato, l’Autorità Giudiziaria, che gli aveva concesso il beneficio dell’obbligo di dimora con prescrizioni, emetteva provvedimento di revoca di detto beneficio e ne disponeva l’accompagnamento presso la Casa Circondariale di Foggia.

CONDIVIDI
  • carmelina

    salvatore ma che diamine combini?il caffe potevi tranquillamente prenderlo a tua casa.vabbe fa niente mo lo prendi al bar cella 6 prima vecchia