I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno tratto in arresto, in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della Procura della Repubblica, CAPACCHIONE Nicola, 25enne di San Ferdinando di Puglia, gravemente indiziato del reato di tentata rapina aggravata.

Alle ore venti del 16 febbraio scorso un settantenne fermava la propria vettura in via Tripoli a San Ferdinando di Puglia e scendeva per aprire il garage nel quale parcheggiare il mezzo.

Ad un tratto il malcapitato vedeva sopraggiungere un giovane, identificato poi nel CAPACCHIONE, che, introdottosi nell’auto, tentava di allontanarsi.

La vittima riusciva ad aprire lo sportello del lato guida tentando in ogni modo di far desistere il giovane dall’insano gesto, ma quest’ultimo innestava la marcia ed iniziava a percorrere il tratto stradale.

Il proprietario dell’auto, però, non mollava la presa e costringeva il malfattore ad arrestare la marcia e a darsi a precipitosa fuga, subendo però delle escoriazioni non gravi alle gambe causate dal trascinamento.

Appresa la notizia, i Carabinieri iniziavano immediate indagini, estrapolando innanzitutto delle immagini da un sistema di video sorveglianza di cui era dotato un edificio prospiciente la strada, teatro della vicenda, che consentivano di ottenere riscontro al racconto della vittima e di individuare, grazie anche alla raccolta di alcune preziose testimonianza, il rapinatore, riconosciuto in CAPACCHIONE Nicola, già noto ai Carabinieri per pregresse vicende giudiziarie. Lo stesso, al termine delle formalità, è stato associato ai domiciliari presso la propria abitazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I Carabinieri hanno tratto in arresto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, CINQUEPALMI Antonio, 24enne di Cerignola.

I militari procedevano a perquisizione dell’abitazione del giovane, già sottoposto agli arresti domiciliari per spaccio di droga, ubicata a Cerignola in via Torricelli, che dava esito positivo.

Venivano rinvenute, infatti, in un marsupio nella camera da letto, cinque dosi di cocaina, semi di marijuana ed un grammo di hashish, oltre a banconote di vario taglio per una somma complessiva di 880 euro e materiale per il confezionamento della droga.

  • buttate#le#chiavi#

    Basta vederli in faccia per capire che si tratta di FECCIA!!!! Purtroppo questa immondizia ce la ritroveremo fra non molto di nuovo in giro in piena libertà. Aveta mure’ pizz d mxxx

    • filippo d.

      portateli a casa tua a mangiare e dormire sta gente cosi non commettono piu reati

    • Mister70

      Buttate le chiavi??io nn li conosco neanche a quelli ma rispondo a te ve fe mocc a qued a granda putton d mamt

      • buttate#le#chiavi

        Stai rosicando mister70…. ho detto la verità e ti fa male!!! I soldi sporchi dovranno servirti per pagarti le medicine e spero nn bastino nemmeno