L’Audace Cerignola, solida compagine universalmente riconosciuta tale in Puglia e non solo, fa il punto sulla stagione conclusasi e comincia a pensare al futuro, un futuro che come piace sempre ricordare al presidente Nicola Grieco «abbiamo costruito e continueremo a costruire passo dopo passo, grazie all’impegno di tutti».

I numeri da capogiro e i risultati da guinness sono stati i presupposti per la riconferma di gran parte del gruppo, a cominciare proprio dall’allenatore Massimo Gallo. Le benauguranti voci di conferma circolate già lo scorso inverno, i risultati, ma soprattutto la grande professionalità del mister hanno portato ad una ulteriore stretta di mano con la società e all’avvio del progetto 2016/2017.

«Abbiamo già quest’anno posto le basi per la prossima stagione – ha ribadito Grieco -, facendo crescere i nostri giovani al fianco di atleti più esperti. Molto abbiamo poi investito sul settore giovanile, che dovrà oggi e in futuro essere la grande risorsa di questa società. Non mancheranno aggiustamenti durante l’estate, ma partiamo da un grande gruppo. Sono loro l’ossatura dell’Audace».

Un’intelaiatura che vede arrivare già il primo rinforzo: si tratta di Giovanni Albanese, centrocampista centrale classe 1995 ex Manfredonia, nome circolato già alcuni mesi fa negli ambienti cerignolani, primo volto nuovo a disposizione di Mister Gallo. Albanese, sinistro naturale, ha collezionato nella scorsa stagione 15 presenze in serie D (di cui 13 da titolare) con la maglia sipontina, dopo aver militato nelle precedenti stagioni nelle giovanili della Virtus Lanciano e nel Barletta. A lui si aggiungeranno altri colpi di mercato: sui nomi e profili idonei al progetto Audace lo staff tecnico e la dirigenza sono già a lavoro, mantenendo inalterate ambizioni e voglia di emergere dei gialloblu.