La Piazza delle culture c’è. Lo testimonia la presenza, durante lo scorso week-end, di oltre mille cittadini che hanno partecipato alle attività realizzate dalle associazioni e dai giovani.

La sperimentazione, quindi, è più che riuscita mentre ora inizia il percorso di auto-costruzione che porterà alla definizione dei contenuti che animeranno l’ormai ex tribunale.

Biblionav è quindi un laboratorio innovativo di costruzione delle politiche giovanili dal basso che è stato accolto con entusiasmo e che non sospende certo il suo percorso di animazione e di partecipazione.

Tre giorni di lavoro, osservati con attenzione ma anche con una giusta dose di coinvolgimento attivo, hanno consentito all’Assessorato alle Politiche Giovanili di prendere il polso del fermento giovanile in città, un movimento di contaminazione delle idee che ha un obiettivo ben preciso: esaltare le proprie esperienze, conoscenze, competenze, trasformare le proprie capacità anche in un’occasione di crescita o di inserimento nel mercato del lavoro.

“Sono felicemente colpito da tutto quello che siamo riusciti a realizzare in tre giorni – ha affermato l’Assessore Carlo Dercole -. Una risposta, ma anche una proposta, di cui l’intera città deve prendere atto. La strada che abbiamo deciso di percorrere, è questa la sintesi di quanto ho potuto apprezzare, è quella giusta. Le centinaia di giovani che hanno voluto esserci, per noi sono ora gli enzimi che faciliteranno la fermentazione di nuove politiche”.

Lo sforzo messo in campo dall’intero partenariato, anche con il supporto progettuale ed operativo di Impact Hub di Bari,  ha definito anche una modalità di confronto, di co-progettazione, di limatura dei processi.

La collaborazione della dott.ssa Antonella Agnoli nella costruzione, con i più piccoli, della nuova biblioteca per i ragazzi si è dimostrata preziosa. I bambini delle quinte classi delle scuole Marconi e Carducci hanno potuto apprendere qual è la differenza tra una biblioteca tradizionale ed il nuovo laboratorio di letture e di arti che invece si realizzerà. Proprio i bambini, così come suggerito dalla dott.ssa Agnoli, già da oggi sono gli ambasciatori, nelle scuole e nelle famiglie, di questo nuovo progetto.

Bilionav – ha concluso l’Assessore Dercole, che ha inteso ringraziare il Sindaco ed il Settore Cultura e Politiche Giovanili – è quindi stato davvero il palcoscenico della creatività. Il racconto dei tre giorni diventerà  anche un reportage – curato da CIA’T srl – a testimonianza del fermento della Cerignola creativa.