Si sono svolti lo scorso 26 maggio, all’interno dell’auditorium Santa Chiara di Foggia, i festeggiamenti per il 164° anniversario della fondazione del Corpo della Polizia di Stato, ai quali hanno partecipato le più alte cariche provinciali, civili, militari e religiose. Dopo il benvenuto a tutte le autorità, da parte del Questore di Foggia, Comm. Piernicola SILVIS, è stata data lettura del messaggio del Presidente della Repubblica Sergio MATTARELLA, del Ministro degli Interni Angelino ALFANO ed infine del neo Capo della Polizia di Stato Prefetto Franco GABRIELLI, il quale ha tracciato un percorso importante che valorizza il servizio reso dalle donne e dagli uomini della Polizia di Stato, ma anche perché indica la strada necessaria dell’innovazione e della indispensabile valorizzazione di chi, quotidianamente in ogni angolo del Paese, si sacrifica per garantire sicurezza e libertà ai cittadini e continuità alle Istituzioni democratiche della nostra Repubblica.

Immediatamente dopo la lettura dei messaggi sono stati premiati, con la Promozione per meriti straordinari alla qualifica superiore, ben 11 appartenenti alla Polizia di Stato di tutta la provincia di Foggia, fra questi quattro operatori del Commissariato P.S. di Cerignola, per due distinte operazioni, gli Assistenti DI GIULIO Michele, CURCI Ruggiero, DONOFRIO Giuseppe e CORVINO Oreste.

Gli Assistenti Capo Michele DI GIULIO e Ruggiero CURCI, si sono distinti in un operazione di Polizia Giudiziaria che portò all’arresto di due pregiudicati di nazionalità rumena, marito e moglie, colpevoli di tentato omicidio, sequestro di persona e atti di autolesionismo. In particolare, il 24 ottobre 2013, giunse una telefonata sulla linea 113 nella quale una donna, di nazionalità rumena, chiedeva aiuto perché in imminente pericolo di vita. Immediatamente sul posto venne inviata una volante ai quali operatori la donna disse di essere fuggita da una casa nella quale era stata segregata per tanto tempo e dove era stata costretta a prostituirsi; la medesima abitazione era abitata anche dai suoi aguzzini che in quel momento si erano allontanati un attimo e lei era riuscita a fuggire ed a chiedere aiuto ad alcuni passanti che le avevano permesso di telefonare al 113. Gli aguzzini rientrati subito dopo presso l’abitazione, alla vista del personale della Polizia di Stato, andavano in escandescenza aggredendo i poliziotti che riuscivano a richiedere l’ausilio di altro personale. Sul posto, i Poliziotti, venivano minacciati dall’energumeno e dalla sua donna, mediante l’utilizzo di un grosso coltello che brandivano nei confronti degli uomini in divisa, i quali, con l’aiuto dei colleghi ormai giunti sul posto, tentavano di isolarli in modo da mettere in sicurezza la zona, posta nelle vicinanze di una scuola primaria, proprio durante l’ingresso degli alunni. Fatto ciò, gli Assistenti DI GIULIO e CURCI, riuscivano a chiudere in un angolo l’uomo armato di coltello, e, nonostante le minacce di morte nel caso si fossero avvicinati ulteriormente, senza neanche estrarre le armi in dotazione, riuscivano a bloccarlo, dopo aver ingaggiato una violenta colluttazione che terminava con l’arresto dei due aguzzini e la liberazione della ragazza, che si lasciò andare in un lungo pianto liberatorio, ringraziando di cuore gli agenti che l’avevano liberata.

Gli Assistenti DONOFRIO e CORVINO hanno ricevuto la Promozione per meriti Straordinari a seguito di un’operazione risalente al mese di dicembre 2014, quando, durante il normale servizio di volante, incrociavano un grosso trattore agricolo, in piena notte, che stava causando danni al manto stradale. Gli uomini del Commissariato di Cerignola decidevano di controllare il conducente del veicolo, il quale non si fermò all’ALT Polizia, ma, anzi, proseguì nel suo cammino, tentando d’investire i Poliziotti. Avvantaggiato dalla grossa mole del mezzo che conduceva, l’uomo, vistosi ancora inseguito, non esitò ad agganciare l’auto della Polizia di Stato con il grosso aratro che aveva nella parte posteriore, e sollevare l’autovettura, mettendo in serio rischio la vita dei due Poliziotti, che riuscirono a bloccare l’uomo solo grazie all’ausilio di un’altra volante, giunta anch’essa sul posto.

Gli Assistenti capo DI GIULIO Michele, CURCI Ruggiero e DONOFRIO Giuseppe sono stati promossi alla qualifica superiore di Vice Sovrintendente, mentre l’Assistente CORVINO Oreste è stato promosso alla qualifica superiore di Assistente Capo.