Un finanziamento di 150mila euro ottenuto dalla Regione Puglia, per adeguare e migliorare gli spazi dei Laboratori Urbani. La somma è stata assegnata al Comune di Cerignola per l’Officina delle Arti (ExOpera): ne dà notizia in una nota stampa che segue integralmente l’Assessore alle Politiche Giovanili, Carlo Dercole, che spiega nel dettaglio gli interventi da effettuare alla struttura.

Il 12 maggio scorso l’Ufficio delle Politiche Giovanili ha partecipato al Bando dei Laboratori Urbani proposto dalla Regione Puglia. Il fondo era di 7 milioni di Euro per adeguare e migliorare gli spazi per i giovani. Tutti i Comuni potevano partecipare e richiedere una somma minima di 50.000 Euro. Massima di 150.000 Euro. Noi, chiaramente, abbiamo partecipato per la somma massima. Stamattina è arrivata la buona notizia. Siamo riusciti ad ottenere il finanziamento. 150.000 Euro da poter investire a Cerignola. Per i giovani. Per l’Officina delle Arti (Ex Opera). Ringrazio tutto il Settore Cultura-Politiche Giovanili. La dott.ssa Dettori, ed il massimo sostegno avuto dall’Assessore Bufano. Un bella notizia per Cerignola ed i cerignolani. Brutta per i gufi da testiera.

INTERVENTI E LAVORI FINANZIATI per 100.000 Euro

Completo intervento di Relamping-LED;

Sostituzione delle caldaie esistenti con caldaie a condensazione ad alta efficienza energetica;

Installazione di ventilconvettori e di una unità esterna per il raffrescamento/riscaldamento;

Installazione di deumidificatori con controllo automatico del livello di umidità;

Divisione dell’utenza elettrica tramite l’installazione di un nuovo contatore Enel;

Divisione dell’utenza idrica tramite l’installazione di un contatore divisionale sulla montante di salita;

Installazione di una nuova interfaccia DVR comprensiva di 4 nuove telecamere;

Manutenzione dei ventilconvettori del piano terra;

Manutenzione delle insegne luminose di sicurezza del piano terra;

Gli interventi sopra descritti sono finalizzati al miglioramento delle capacità di risparmio energetico del Laboratorio Urbano (sostenibilità ambientale), al miglioramento della percezione della sicurezza dei fruitori del Laboratorio urbano e al miglioramento funzionale e gestionale dello stesso. L’intervento di completo relamping-LED per i locali occupati dal Laboratorio Urbano, possa di fatto abbattere i consumi energetici in maniera consistente, infatti come possiamo notare dallo specchietto riepilogativo di seguito illustrato, la riduzione presunta di potenza richiesta dagli apparati illuminotecnici, si riduce del 74,53 %.

Interventi per l’arredo del Laboratorio per 50.000 euro.