Enogastronomia, cultura, tradizione, moda e musica. Il 25 giugno, a partire dalle ore 19:30, nei vicoli della Terra Vecchia di Cerignola, arriva la quarta edizione di “Calici nel Borgo Antico”, la kermesse organizzata dall’associazione culturale L’Agorà in partnership con Consorzio Nero di Troia, Confagricoltura Foggia, Gal Piana del Tavoliere e Marchiodoc.it.

Il percorso tra i sapori e i gusti della nostra terra seguirà la consolidata formula dei ticket, che rimane identica: con le pettorine al collo ed un calice in mano, si potrà degustare il vino di oltre 40 cantine del territorio e assaporare prodotti locali nei 9 punti food dislocati nelle vie della parte più antica del centro ofantino. In tarda serata, poi, ci sarà il concerto di chiusura di Giuliano Palma & The Bluebeaters. L’evento sarà arricchito da momenti di cultura con le mostre estemporanee degli artisti Marcelo Carbone, Assunta Fino e Lorenzo Tomacelli, che eseguiranno in loco i loro lavori. Gli alunni della scuola media inferiore “G. Pavoncelli”, invece, faranno da guide nei tour ai siti di interesse storico-religioso ubicati nella Terra Vecchia; per l’occasione, infatti, saranno visitabili la chiesa di San Giuseppe e la Chiesa Madre, che è stata la prima cattedrale di Cerignola. Ci sarà da passeggiare con il naso all’insù, perché il 25 giugno i vicoli saranno addobbati da decorazioni letterarie, mentre l’associazione OltreBabele organizzerà un salotto per la lettura.

Vi sarà spazio anche per la moda, con esposizioni Fashion Instant di Annamaria Vigliotti e dell’atelier “Dalla parte delle gonne”, che in tempo reale mostreranno i segreti della creazione di un abito da sogno. Le pareti della Chiesa Madre saranno “casa” della mostra fotografica di Andrea Gammino. Chi vorrà scatenarsi, in vista del concerto finale di Giuliano Palma, potrà invece danzare sulle note della Bourbon Street Band, la carovana di musicisti itineranti che gireranno in tutti gli angoli del Borgo Antico. L’edizione 2015 è stata un successo che ha registrato l’interesse di produttori, di curiosi, e di addetti ai lavori. Lo scorso anno la Terra Vecchia ha accolto oltre 10 mila persone che hanno staccato circa 2000 ticket. Per facilitare l’accesso alla kermesse, quest’anno l’organizzazione ha previsto un parcheggio custodito con relativo servizio navetta, che condurrà gli avventori sino a palco principale in breve tempo.

“L’impegno de L’Agorà e dei partner è rimasto intatto e, anzi, dopo i risultati conseguiti negli anni, siamo stati stimolati a lavorare ancora meglio cercando di valorizzare nel modo più pertinente un gioiello, quale è la Terra Vecchia, troppo spesso nascosto. Così – dice la presidente Roberta Marino- cercheremo anche con la quarta edizione di portare allegria, festa e gusto, rimanendo incollati a ciò che ci rappresenta: le nostre tradizioni”.