Al via il bando Biblionav Progetta il tuo centro culturale “La piazza delle culture”. Adolescenti e giovani, in età compresa tra i 16 ed i 35 anni, potranno realizzare un’opera pittorica, scultorea, fotografica o un manufatto d’arredo per rendere più funzionale ed abbellire gli spazi della “Piazza delle culture”, che sarà ospitata nel palazzo dell’ex tribunale. Per partecipare sarà necessario avere la piena titolarità dei diritti delle opere che dovranno essere cedute gratuitamente al Comune.

Una commissione, composta dal Dirigente del Settore Cultura e Politiche Giovanili, dott.ssa Maria Dettori, da un docente degli Istituti scolastici cittadini, da un artista, da un componente di Impact Hub di Bari e da un architetto esaminerà i lavori proposti ed agli autori delle opere sarà riconosciuto un contributo di un importo massimo di 500€, a sostegno delle spese sostenute. Le risorse a disposizione ammontano complessivamente ad € 12.000. Le opere non premiate riceveranno la menzione d’onore “Biblionav” e potranno essere ospitate, su esplicita richiesta dell’artista, presso il centro culturale.

Il modulo di partecipazione, con la descrizione dell’opera dovrà pervenire all’indirizzo email segreteria@biblionav.it entro il 14 giugno, mentre le opere realizzate dovranno pervenire al Comune entro il 21 giugno. Per concorrere potrà essere presentato anche il prototipo dell’opera, ma in tal caso l’opera, se ammessa, dovrà essere presentata entro il 27 giugno 2016. Sul sito www.biblionav.it e sulla pagina FB del progetto è pubblicata tutta la documentazione utile: l’avviso, il regolamento con l’indicazione delle caratteristiche tecniche, il modulo di partecipazione.

“Con questo bando coinvolgeremo ancor di più i giovani della nostra città, ha affermato l’Assessore Carlo Dercole. Le loro opere, artistiche o dei manufatti d’arredo, saranno la testimonianza reale e tangibile dello slancio creativo dei nostri ragazzi ma anche la conferma che si sta costruendo insieme la nuova Piazza delle Culture, dando ampio risalto ai contenuti”.

  • Gearado

    quante cavolate dite ai cittadini per inganno .
    queste cose non danno lavoro.
    vogliamo sociale e lavoro .
    vogliamo aziende seno i giovani rubano .
    metta vai a casa