A Cerignola, i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile, a seguito di una serrata attività d’indagine, hanno tratto in arresto in flagranza per detenzione illecita di sostanza stupefacente, detenzione illegale e ricettazione di arma da fuoco e munizioni TIANO Davide, nato a Cerignola classe 1984. I Carabinieri, a conclusione di una laboriosa attività investigativa e mirati servizi d’osservazione, controllo e pedinamento, sono intervenuti alle prime luci dell’alba presso un’abitazione in Via Stella dove hanno rinvenuto, nella disponibilità del predetto, 155 grammi circa di sostanza stupefacente tipo hashish, 9 dosi di cocaina, per complessivi 4 grammi ed un bilancino di precisione, vario materiale per il confezionamento della droga, nonché la somma contante di 260 euro, presunto provento di attività di spaccio.

Il soggetto, che evidentemente non si aspettava un controllo imminente da parte delle forze dell’ordine, teneva le dosi di cocaina sparse sul comodino, mentre i panetti di marijuana erano stati occultati nell’interstizio tra due mobili. Nel corso della perquisizione sono state inoltre rinvenute, nel vano cassapanca sotto il letto all’interno di una borsa frigo, una pistola semiautomatica cal. 7,65 marca WALTHER, una pistola cal. 22 marca ROHM con matricola abrasa, entrambe detenute illegalmente e 44 cartucce cal. 7,65, 100 cartucce cal. 7,62, 100 cartucce cal. 9×21, 17 cartucce cal. .22 e 1 cal. 45. La sostanza stupefacente, le pistole e le munizioni sono stati sottoposti a sequestro. L’arrestato è stato associato alla Casa Circondariale di Foggia come disposto dall’A.G.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ancora i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno arrestato in flagranza per resistenza a pubblico ufficiale PERRULLI Michele, nato a Bari classe 1996 e RACANELLI Daniele, nato a Terlizzi (BA) classe 1990. I soggetti non hanno ottemperato all’alt intimatogli dalla pattuglia automontata in transito sulla S.P. 95 bis, dandosi alla fuga a bordo di una FIAT Punto con manovre tali da creare una situazione di generale pericolo, ma sono stati prontamente raggiunti e fermati dopo un breve inseguimento.

Nel corso della perquisizione veicolare sono stati rinvenuti e sequestrati vari arnesi atti allo scasso, due centraline elettriche per autoveicoli e un passamontagna. Gli arrestati sono stati posti agli arresti domiciliari presso le rispettive abitazioni.

12 COMMENTI

  1. Sono dei bravi ragazzi, non fanno del male, cercano solo a guadagnare un po’ di soldi per sopravvivere!!!!! Non preoccupatevi, il giudice PD vi rilascia subito.

  2. Complimenti alle forze dell’ordine! speriamo che i giudici li tengano a lungo in carcere e che gli sequestrino tutti i beni.

Comments are closed.