La nomina di Rino Pezzano vice Sindaco, che ha fatto storcere il naso anche a qualche interno, paventando la “costruzione del futuro candidato sindaco”, non è l’unico movimento in seno all’amministrazione Metta. Infatti, pare si sia deciso di offrire rappresentanza in Giunta a Capitanata Democratica, il gruppo guidato da Teresa Lapiccirella e completato da Bonavita e Cioffi. Nessuno dei tre, però, pare disposto a fare il salto in Giunta e si opterà quasi certamente per un esterno.

LA CULTURA E’ COSA NOSTRA Secondo alcuni la rosa di tre nomi proposta da Capitanata Democratica non ha convinto molto il Sindaco, che di certo lunedì chiederà nuove alternative. Certo è che si opterà per una donna. Voci interne al gruppo però smentiscono ogni contatto sul nome e non metterebbero la mano sul fuoco circa la rappresentanza in giunta. Lo stesso Metta ha ribadito di voler scegliere con attenzione una persona che possa accompagnarlo a lungo.

A ZAMPARESE ANCHE LA SICUREZZA Dopo la nomina di Pezzano, Pia Zamparese, prima dei non eletti nell’allora Cerignola Democratica, ha definitivamente detto no al consiglio per restare alla guida delle attività produttive. In più, voci ufficiose, confermano che da lunedì l’imprenditrice cerignolana si occuperò anche della sicurezza, delega oggi nelle mani del Sindaco.

IL PIENO CON 1500 VOTI Da fuoriusciti del Pd a protagonisti dell’amministrazione Metta. Potrebbe essere questa la sintesi del percorso politico di Pezzano, Paparella & Co, arrivati a sostegno di Franco Metta nel 2013 e oggi nei ruoli strategici dell’esperienza di Governo dell’ex-missino. Infatti lo scenario, improbabile fino a qualche settimana fa, vede gli ex-cerignola democratica occupare i ruoli di Presidente del Consiglio, Vice Sindaco e Assessore (con deleghe di primo piano).

CICOGNINI IN ATTESA I cicognini della prima ora e il gruppo storico di Franco Metta sembra subire silente il colpo. Nessun posto di rilievo in giunta in più rispetto a un anno fa, nessun rafforzamento della rappresentanza. Così come in attesa resta anche Vincenzo Specchio, il cui nome era circolato per un ingresso in Giunta. Ma la situazione potrebbe cambiare se non ora tra sei mesi. Fanno sapere infatti i più critici all’interno della maggioranza che la mossa Pezzano-Zamparese sia un modo per poterli eliminare definitivamente in seguito e ristabilire l’incontrastato dominio cicognino.

SCENARI FUTURI Sostanzialmente, secondo quanto paventato da alcune fonti interne, il progetto di Metta sembrerebbe strategicamente impeccabile: deleghe pesanti e ruoli di prestigio per sei mesi o al massimo un anno, per poi agire con un ulteriore rimpasto azzerando definitivamente o quasi (resta da capire la posizione di Paparella oggi Presidente del Consiglio comunale, ndr.) gli ex-Cerignola Democratica, facendo subentrare una sola rappresentanza a testa per Federazione Civica (Specchio?, ndr.) e Capitanata Democratica (Cioffi?, ndr.), rafforzando la giunta con maggioranza a guida Gruppo del Cambiamento. Questa mossa motiverebbe il silenzio momentaneo dei cicognini della prima ora, le timide esternazioni di qualche malpancista delle ultime settimane, e confermerebbe, infine, i rumors circa il progetto futuro di Pezzano: pare, infatti, che questi voglia usare la sua delega ai Servizi Sociali per guadagnare consensi e favori degli elettori, agendo anche contrariamente al dictat del Sindaco, per poi dimettersi, al massimo tra un anno, e ripartire dal suo passato, forte di una riacquisita credibilità all’interno dei democrats, quale possibile candidato Sindaco alle prossime comunali.

  • Cocco

    Pezzano è una barzelletta.
    Che non fa ridere

  • Gerardo

    Eheheheheheh oltre a aria pulita,sociale,lavorro ,societta e dirito di societa io che vi avevo detto ? visto ? ora fate voi

    • Frangucc

      …………………….hai dimenticato l’omertà.

  • Sabbino

    …………mi raccomando, non disobbedite a Papà, se no………………..ve trouet n’mizz a la stred!!!!

  • Il burattinaio

    Il puparo sa muovere i suoi burattini.
    Poveri illusi.