Si è svolto sabato 18 giugno, presso il Polo Museale Civico di Cerignola, la conferenza finale del progetto europeo Erasmus+Multiplier Event “Be Act Live”. Il progetto ha visto protagonista il locale Istituto di Istruzione Secondaria Superiore “Augusto Righi”, diretto da Irene Sasso, in partnership con quattro paesi europei: Portogallo, Romania, Lituania e Polonia. Uno scambio interculturale che si è snodato nel corso di due anni e che nelle intenzioni dei protagonisti coinvolti si spera possa continuare. Ad aprire i lavori nella mattinata è stata la docente Maria Luisa Russo, la quale insieme ad altre colleghe ha elaborato la parte italiana del progetto, che mette in evidenza non solo gli aspetti della qualità della vita, ma anche l’illustrazione dei vari step del progetto: curriculum digitali, applicazione multimediale web e l’educazione digitale, in stretta sinergia con scuole ed agenzie di partenariato. L’evento ha registrato interventi di esponenti italiani ed europei, unitamente alle esperienze raccontate dagli stessi ragazzi.

La docente Russo, in esclusiva al nostro giornale, dice: «I ragazzi di età compresa fra i 16 ed i 17 anni sono ben consapevoli di ciò che hanno realizzato in sinergia con altri coetanei europei ed insieme a formatori esterni nell’apprendimento delle specifiche competenze. L’autostima ha giocato un ruolo importante nella loro crescita scolastica, non solo: la lingua inglese, punto di riferimento del progetto sia di confronto che di approfondimento delle varie tematiche del progetto, è stata fondamentale per relazionarsi con gli studenti esteri».