La Brexit, il referendum inglese sulla permanenza o meno in Europa della Gran Bretagna ha dato il suo verdetto: il Leave (andarsene) ha prevalso con il 51,9 % dei voti. I britannici che hanno votato Leave sono stati 17.410.742. Il Remain (rimanere) ha ottenuto 16.141.241 voti.

Due i dati interessanti del referendum inglese. Il primo è che tra gli inglesi con più di 65 anni, solo il 40% ha votato per restare nell’Unione Europea (Remain). Tra i votanti fino a 34 anni, la percentuale sale al 62%. Tra ragazzi tra 18 e 24 anni, quelli favorevoli all’Europa sono il 73%. I nonni hanno deciso il futuro dei nipoti.

L’altro dato interessante è che con la sola eccezione di Birmingham, tutte le maggiori città votano Remain: A Londra la maggioranza è abbastanza netta ovunque, e votano Remain anche Manchester, Liverpool, Bristol, Cambridge, Leeds, Oxford, Newcastle, Brighton & Howe.
Gli abitanti delle contee – o come diremmo noi delle province – sceglie di abbandonare l’Europa, puntando tutto su se stessi, nel sogno di un’autarchia salvifica, anacronistica in un mondo globalizzato.

I “teen” ci sono rimasti male: nessuno avrebbe mai immaginato che la generazione Erasmus, Leonardo, Raynair potesse ritrovarsi fuori da quella che era e resterà casa loro. Quella Europa con tante difficoltà, con troppe chiese e troppe banche, spesso sentita distante, almeno dalle istituzioni, ma raggiungibile facilmente, Londra stessa è stata finora l’immagine plastica di ciò che è l’Europa. Ci sono rimasti male anche perché a decidere è stato chi dal proprio paesino non ci ha mai messo fuori neanche il naso, che l’Europa l’ha vista in tv nei ghigni della Merkel e nelle sedute fiume di un parlamento sentito distante.

A rimanerci male anche i giovani “rimasti” in Europa: è come perdere un organo del proprio corpo dice qualcuno, o come meglio si esprime qualcun altro: è come non dover parlare più con i tuoi cugini preferiti perché i tuoi nonni hanno litigato con i loro.

CONDIVIDI
  • massimo

    gli inglesi e popolo sovrano sono loro a decidere,e anche questa volta hanno deciso bene!!! beati loro sono usciti dal INFERNO. non credete le tv quello che dicono.

    • Vicinz

      Esatto!!!! Gli Inglesi se fanno qualcosa la fanno a ragion veduta, non si fanno tiranneggiare da un teppistello come gli italioti!!!! Hanno la loro moneta, la migliore, politici seri, competenti e di gran lunga più onesti dei nostri. Per loro il futuro é rosa, per noi nero nero!!!! La TV ed i mass-media ci stanno mostrando il falso, ci stanno riempiendo la testa di stronzate. L’ €uro é una truffa colossale, l’ UE é una vera dittatura.