Foto aiuola dopo

Questi sono i sentimenti che noi volontari di Cittadinanzattiva oggi proviamo dinanzi all’aiuola (nei pressi del parcheggio del Maxi GM) da noi allestita un anno fa. Tutto è stato devastato! Mai avremmo immaginato tanto accanimento ad opera di alcuni nostri concittadini nel rendere vani i nostri sforzi diretti a tener curato quel piccolo spazio di terreno sormontato da grandi alberi. Ma andiamo per ordine.

Il giorno dell’inaugurazione dell’aiuola, la stessa fu consegnata alla cittadinanza, ma ancor più al quartiere, che avrebbe goduto del recupero di quello spazio per tanto tempo lasciato abbandonato e sporco.

Alcuni condomini di un palazzo adiacente misero a disposizione l’acqua per irrigare, affinché l’aiuola potesse rimanere curata ed essere abbellita con piante fiorite. Inutile aggiungere che i volontari di Cittadinanzattiva, oltre ad impegnarsi nei lavori, si autotassarono per affrontare le spese, subito, ma anche nei mesi successivi. Il risultato dette comunque grande soddisfazione a tutti e fu apprezzato dai numerosi cittadini presenti alla consegna dell’aiuola insieme agli amministratori della nostra città.

Oggi a distanza di 12 mesi il resoconto di questa esperienza rimane fortemente negativo!

Le piante più volte messe a dimora venivano prontamente rubate, i proprietari di cagnolini della zona han continuato a lasciar scorrazzare le loro spensierate bestiole proprio in quello spazio curato, distruggendo piante e non raccogliendo i loro bisogni, i condomini che promisero supporto nell’irrigare l’aiuola, mai l’han fatto. Ma questo non è tutto! Il forte vento nel mese di giugno avrebbe spezzato dei rami ai grossi salici che affondano le radici in quel terreno. Carabinieri e pompieri sono intervenuti per mettere in sicurezza il luogo, i rami tagliati ormai secchi sono ancora lì distribuiti su tutta l’aiuola dove schiacciano e soffocano le piante sottostanti ormai appassite! Chi avrebbe dovuto occuparsi della rimozione? Nessuno poi che abbia pensato di interpellare la nostra associazione, nonostante la nostra più che evidente targa, che campeggia al centro dei quel terreno. Tutto è rimasto lì abbandonato per giorni. E così è apparsa ieri ai nostri occhi quell’aiuola che tanto ci costò in entusiasmo, lavoro, soldi e aspettative!

Non ci resta che invitare l’amministrazione ad individuare le responsabilità di tale scempio e chiedere il ripristino dell’aiuola allo stato in cui era a giugno scorso, nel giorno dell’inaugurazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

CONDIVIDI
  • Vergogna

    Indignato e mi vergogno di vivere in in paese così.

    • Andrea il caffettiere

      Ti indigni, ti vergogni, ma poi non fai nulla per cambiarlo!!!!! Non serve a molto, i tuoi sentimenti di vergogna, indignazione, da me condivisi, non portano a nulla!!!!! Serve una energica sferzata, questo grande paese che non vuole prendere il cammino del progresso e del benessere sociale!!!! Vi sono responsabilità degli Amministratori, responsabilità di noi tutti, si, noi tutti, anche me, anche te!!!!! Se il Sindaco fa la ramanzina ad un bambino che ha ottenuto scarsi risultati a scuola e mezzo paese insorge………………………allora qui é tutto da rifare!!!!! Saluti.

      • ma va a fare i caffè

        non capiamo cosa c’entri il Sindaco e la sua vomitevole ramanzina con l’aiuola distrutta … con quella ramanzina il sindaco ha dimostrato che è peggio del peggio. Lui è così, figuriamoci il resto di questo paese da schifo … ma che cavolo scrivi?

  • Simone

    Purtroppo è quello che si meritano i cerignolani ignoranti che abitano in città! Se non cambia il modo di pensare e di fare sarà sempre cosi con tutte le cose!

    • Andrea il caffettiere

      ……………..scappa via anche tu, abbandona sto paesone pieno di gente rozza e maleducata, fuori c’é di molto meglio!!!!! Peccato per quelle brave persone che abitano a Cerignola ( poche, ma ce ne sono!!!!!).

      • ma va a fare i caffè

        tieniti stretta stretta la tua città, sinceramente al di fuori non appena sentono il suo nome esprimono giustamente apprezzamenti di totale disgusto. La città è bella, anzi era bella, ma chi la abita fa proprio schifo … e nessuno ci mette del proprio per volerla migliorare, anzi fa di tutto per peggiorarla. Chi si adopera – è vero, bisogna darne merito – non ha capito solo una cosa: che deve lasciare tutto e andar via se vuole sopravvivere. La città e i suoi abitanti sono malsani. In giro siete noti per rapine e furti. DI Vittorio non sanno chi sia, Zingarelli a malapena, ma sanno di furti, rapine, spaccate e droga. Vi gloriate solo di processioni e partite al Monterisi. Che potrebbe andar pur bene, ma non vi schifate vicendevolmente quando c’è da rilevare illegalità di ogni tipo. Ai Cerignolani, poi, omertosi e corrotti fin nel dna, ci voleva solo facebook per arricchire in peggio il curriculum. Avvezzi al tradimento, alle critiche e ai pettegolezzi, i cerignolani non cambieranno mai. Per cui, i giardini sono gli ultimi dei problemi.

  • Indignato

    purtroppo un buon 70% dei cerignolani vuol vivere cosi e non vuole migliorare. Vede qualcosa di bello e di nuovo ma non ci tiene più di tanto… lo distrugge perchè vuol rimanere allo stato brado e nella piena illegalità…. senza una regola perchè qui vince il più forte non il più educato o il giusto… ecco perchè molti se ne vanno o se tornano dopo molti anni se ne scappano per la disperazione…. Bisogna cambiare mentalità educare i figli alla legalità e non a vivere per strada come zingari… I tempi son cambiati Cerignola svegliati !!!!!

    • Andrea il caffettiere

      SEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE…………………………………..L’ha fatt mort la criatour !!!!!! Andrà di peggio in peggio!!!!!!!
      Buona notte.