(ANSA) – TRANI, 21 LUG – Beni per un valore complessivo di 2 milioni di euro sono stati confiscati dai carabinieri a Giuseppe Scardi, detto ‘Pinuccio Adì’, con precedenti penali per associazione di tipo mafioso e traffico di sostanze stupefacenti, ritenuto affiliato al clan ‘Piarulli – Ferraro’, attivo in Cerignola (Foggia) e nelle zone limitrofe. Il provvedimento è stato disposto dal tribunale di Trani – Sezione per le Misure di Prevenzione e nasce da un’indagine patrimoniale, avviata nel marzo 2014, che ha permesso di accertare che Scardi disponeva di un patrimonio rilevante, intestato a familiari e prestanome, malgrado dichiarasse redditi modesti. La confisca riguarda una concessionaria con garage e autolavaggio, 15 autovetture, tra cui ‘fuori serie’ di noti marchi tedeschi, dieci immobili a Canosa di Puglia, tra cui un appartamento di pregio in cui risiede Scardi, diversi capannoni industriali e alcuni terreni, oltre a disponibilità finanziarie.

  • NonLoSo

    E noi a fare la fame….

    • silvano

      ma lui ha lavorato sodo tu no

      • uuuu

        Che cazz deeee..u sc….questi sono tumori sociali!

        • silvano

          ma io so che e una brava persona

          • Schifato

            silvano ma vuoi sfottere…brava persona come te!

          • silvano

            no no che sfottere io so che è una brava persona poi non sono un inquirente

  • Gerardo

    Da sempre queste persone hannno dato lavoro e creato ricchezza , siete solo invidiosi , se tornavano tutti da milano ora cerignola era ricca !

    • anonimo

      non provocare! Alla notizia web vorrei dire che avete veramente stufato.Pubblicate solo i commenti che volete voi.

  • Schifato

    Tu non li hai ne combattuti e ne battuti.Chi li ha veramente combattuti e battuti sono le istituzioni locali che tu asserisci erano colluse…Spero che le stesse istituzioni di denunciano per calunnia.