Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa firmato da “I Grilli di Cerignola”, circa lo stato della gestione dei problemi dei rifiuti e della discarica in città. Il gruppo invoca le dimissioni dell’Assessore all’Ambiente, Antonio Lionetti, a loro dire incapaci di risolvere almeno parzialmente la questione. Di seguito la nota integrale.

La gestione virtuosa dei rifiuti è profondamente radicata in chi sente la drammaticità del contesto corrente nei suoi molteplici aspetti dannosi per salute e ambiente. Una persona che si candida ad amministratore-politico di una città, con l’intento di risolvere i problemi, quantomeno, parzialmente nel breve periodo, non cerca giustificazioni al suo operato poco efficace. Quando per una causa così sentita non si riesce ad incidere, occorre ricorrere al buon senso e dimettersi, poiché, in ogni caso, il perdurare dell’assenza di iniziative concrete atte a risolvere l’impasse, sarà oggetto di accusa da parte della popolazione di incapacità a rivestire un ruolo così impegnativo.

Un quadro che presenta la raccolta differenziata scesa pressoché a zero; continui ritardi nello svuotamento dei cassonetti per la plastica e la carta, con evidente rimescolamento dei materiali visto l’inesistente recupero; abbancamento dei rifiuti in luogo della discarica, con tutti i rischi che tale operazione comporta, in attesa di chissà quale destinazione costosa e in violazione del principio di prossimità. Senza la discarica di soccorso siamo destinati al conferimento in discariche lontane da Cerignola, con costi che possono superare i 200euro/tonn. È il conto da pagare quale conseguenza dell’inerzia nelle iniziative volte ad arginare la problematica, anche con scarsi mezzi a disposizione, ad oltre un anno dall’insediamento della nuova Amministrazione. E pensare che in campagna elettorale, nel programma dell’attuale maggioranza, vi era ribadito che la strategia ‘Rifiuti Zero’ (già presente in una delibera del 2011 della vecchia amministrazione) rappresentava un proprio obiettivo. Visto il poco o niente svolto in un anno, quelle intenzioni erano slogan senza cognizione o la consueta promessa elettorale inevasa? Se si vuole incantare la platea utilizzando certi termini, occorre anche sapere di cosa si tratta.

Fra i tanti sostenitori (veri) dell’ambiziosa strategia “Rifiuti Zero” vi è la consapevolezza dell’enorme lavoro da svolgere in seno ad ogni amministrazione, per cui bisogna immediatamente adoperarsi per avviare un percorso lungo e pieno di difficoltà, ma che costituisce un assoluto; restituisce soddisfazioni in fatto di salute e mantenimento di territorio sano di propria competenza. A proposito, visto l’impegno totale che richiede il ruolo di assessore all’Ambiente, il nostro Antonio Lionetti, lo svolge a tempo pieno o a tempo parziale? Si è messo in aspettativa o va avanti a permessi che gli concede l’incarico professionale?

Rossano Ercolini, vincitore del Goldman Environmental Prize 2013prestigioso premio ambientale, ospite di rilievo della “Tavola Rotonda” organizzata dall’associazione locale Ambientiamo, venerdì scorso in Aula consiliare, si era detto disponibile ad aiutare la nostra Amministrazione a far crescere la raccolta differenziata, anche con il contributo delle associazioni locali. La risposta dell’assessore all’Ambiente è stata raggelante: “senza soldi non si può far nulla”. Chiudendo ogni spiraglio di risoluzione della questione, in maniera indefinita nel tempo, lasciando di sasso il buon Rossano. Ma allora perché non ti dimetti? Spiega le motivazioni della impossibilità di agire nel senso voluto da tutte le leggi a partire dalle direttive europee, e lascia l’incarico. Tanto, come già accennato, le responsabilità ricadranno inevitabilmente su di te, assessore. Non sarai ricordato in maniera diversa dai tuoi predecessori che hai additato quali responsabili della deleteria situazione nel tuo discorso alla “Tavola Rotonda”, con risvolti negativi estesi a tutta l’Amministrazione di cui fai parte.

  • maurrrrrrrrrrr

    Come dire, chi non la pozz (cicognini) e chi non la fazz (grillini)

  • vatteennn

    E stavolta i grilli hanno ragione. Come dargli torto. Lionetti che ha fatto in tutti questi mesi? Prima delle elezioni dicevano che si risolveva tutti i problemi e adesso?
    A Cergnola si butta l’immondizia per strada non cè niente che funziona. Basta che vai a un altro paese e tutto è pulito e non ci sono i bidoni e tutto fiunziona. E qua no funziona niente

    • Onesto

      L’immondizia x strada non è colpa di Lionetti. Sino ad oggi storto e dritto l’immondizia viene raccolta . I grilli facciano i grilllini la politica e cosa seria .

      • vatteennn

        Me che ddici? chi si u frot? Le strade di Cerignola non sono state mai così sporche. Hanno detto che cambianvano tutto e invece no è cambiato niente, anzi è tutto peggio. Qui non è questione dei grilli o non grilli, è questione che fuori da cerignola funziona tutto e qui no. fa schifo. e che non si vede? macchddè ca foc tutt schef.. La politica è una cosa seria che deve risolvere i probblemi, no che non fa niente. Ma propr

  • Enzino Freud

    Devono dimettersi tutti, anche l’ opposizione, anche i magna-magna dietro le quinte, deve dimettersi il Sindaco, deve dimettersi anche Bevilacqua con i Ribbellioni, deve dimettersi la Chiesa, deve dimettersi la cittadinanza di Cerignola tutta, deve dimettersi il bambino bocciato e fiero di esserlo stato, deve dimettersi Franguccio dei cessi (unica persona coerente), devono dimettersi tutti, nessuno escluso!!!!!!