Fenomenale doppietta messa a segno in casa Castellano Udas. Dopo averli ammirati in coppia nel torneo interzona della scorsa stagione, entrambi con la maglia della Zannella Cefalù, la compagine udassina guidata da Gigi Marinelli mette le mani su due fra i più forti cestisti mai visti dalle nostre parti, e scopre le carte in vista di una stagione che a questo punto lo vedrà fra le protagoniste assolute. Vediamo chi sono i due nuovi acquisti.

Playmaker di 175 cm, classe ‘91, nativo di St. Louis, Missouri, Deshaun Cooper si è subito messo in luce nella sua quadriennale esperienza collegiale al Northwest Missouri State University, come uno dei migliori giocatori dell’intera NCAA-Division 2: nell’ultima stagione universitaria, conclusa con 17.6 punti e 4 assist di media, il regista statunitense è stato nominato giocatore dell’anno della Mid-America Intercollegiate Athletic Association, nonché inserito nel primo quintetto All-America ed All-Central District attraverso una votazione espressa dalla National Association of Basketball Coaches. Chiusa l’esperienza universitaria, con un totale di 1702 punti, 489 assist, 170 triple messe a segno, Deshaun ha deciso di intraprendere la via del basket professionistico, sbarcando in Europa nella Pro-B tedesca (l’equivalente della Legadue Silver Italiana) con la maglia degli Hertener Lowen, con i quali ha ripetuto lo straordinario impatto avuto nelle proprie stagioni trascorse a Northwest Missouri ponendosi come uno dei top player del campionato tedesco, con numeri di tutto rispetto: 18 punti per gara, conditi da 4 assist e 2 recuperi, ed ottime percentuali nel tiro pesante. Nell’ultima stagione Deshaun ha realizzato uno score di 709 punti in 36 gare, con una media di 19,7 punti.

Da’Ron Sims è invece un giocatore di 197 cm, classe ’87, dall’atletismo dirompente ma dotato di mani dolci dalla media e dalla lunga distanza, con un eccellente bagaglio di movimenti spalle a canestro, Da’Ron grazie alla sua stazza e agilità può ricoprire entrambi i ruoli del 3 e del 4, e vanta un curriculum di tutto rispetto, sia a livello collegiale che professionistico. Dopo due stagioni al City College of San Francisco, tra il 2008 e il 2010, in cui è stato selezionato per la rappresentativa dello Stato della California nel 2009, ed MVP del torneo collegiale per il 2010, ecco il passaggio a West Georgia, in NCAA-Division II nella stagione 2010-2011, dove ripete gli exploit degli anni precedenti fino a laurearsi miglior realizzatore della propria conference nel 2011-2012 con una media di 19 punti e 7 rimbalzi a partita, che gli apriranno le porte alla selezione nel primo quintetto All-Region e All-District, alla convocazione per l’All Star Game NCAA-Division 2, e all’inserimento nella categoria “Honerable Mention” nel Bollettino Ufficiale NCAA-Division 2 All-America. Il passo successivo nella carriera di Da’Ron è l’approdo nel Vecchio Continente: nella stagione 2013-2014 firma infatti per il Fjolnir Reykjavik, formazione della Serie A in Islanda (il cui movimento cestistico è in fase di crescita esponenziale, coronata dalla storica partecipazione della Nazionale maggiore ai Campionati Europei), in cui il suo impatto è letteralmente devastante: 24.7 punti, 11.2 rimbalzi, 1.2 stoppate a gara nella prima stagione, numeri ulteriormente cresciuti ai playoff, e 20 punti e 10 rimbalzi a gara nella stagione 2014-2015. Nell’ultima stagione Da’Ron ha realizzato 651 punti in 33 partite, con una media di 19,7 punti.

Abbiamo sentito Coach Gigi Marinelli sui due nuovi acquisti e più in generale sulla campagna 2016-17. Ecco cosa ci ha detto.

Coach, allora, stavolta abbiamo fatto le cose alla stragrande.

Beh, è inutile nascondersi, Cooper e Sims sono due giocatori veramente speciali. Quando li abbiamo affrontati nell’interzona sono rimasto veramente colpito da entrambi. Cooper è un play con il carisma del leader ed un talento immenso; quando lo abbiamo affrontato non ha sbagliato letteralmente nulla, sia all’andata che al ritorno. Sims ha grandissime doti in entrambe le fasi, ha un innato senso della posizione, è fortissimo atleticamente e può essere letale da qualunque punto dell’attacco. In definitiva, due giocatori di elevatissimo livello, non c’è che dire.

Insomma il messaggio è chiaro: anche quest’anno l’Udas c’è.

Si, ci stiamo muovendo cercando di mantenere un equilibrio di fondo, con giocatori molto abili nei rispettivi ruoli, per mettere su una squadra competitiva. Vorremo ripetere l’exploit dello scorso anno, onorando il posto che questa squadra ha dato alla città nella pallacanestro.

Campagna acquisti finita?

Chi può dirlo? Abbiamo delle lacune nel nostro roster, e stiamo cercando di colmarle contenendo al massimo la spesa. Ma credo che ci rivedremo ancora nei prossimi giorni, perché un altro giocatore potrebbe arrivare.

CONDIVIDI
  • Udassino

    Prendete pure Gentile e Gallinari così vinciamo sicuri promozione diretta BBBBBB

    • ponziponziponzipo

      ma così non vale .Se mettete tutti questi soldi gli altri che giocano a fare . Non c e gusto

  • ivan

    I campionati si vincono sul campo non sul mercato! faremo una grande stagione ma ci sono squadre attrezzate come noi.