“È una misura che si inserisce nella stessa linea di politiche di inclusione sociale che stiamo portando avanti a tutti i livelli, una misura di sostegno economico al reddito per aiutare le famiglie a uscire dalla trappola della povertà”. L’assessore alle Politiche sociali, Rino Pezzano, presenta così la partecipazione di 16 cittadini cerignolani ai ‘Cantieri di cittadinanza’, finanziati dalla Regione Puglia attraverso la legge regionale n. 37/2014 approvata per contrastare gli effetti perduranti della crisi economica e che favorisce il reinserimento sociale attivo dei disoccupati di lunga durata, dei giovani e dei soggetti svantaggiati nell’accesso al mercato del lavoro.“I cittadini coinvolti – spiega Pezzano – attraverso il progetto presentato con la Cooperativa Ripalta, saranno impiegati per i prossimi mesi nei servizi di pulizia e nella rimozione dei piccoli rifiuti dalle Borgate del territorio cerignolano”. I cittadini presteranno la loro attività per tre ore al giorno dal lunedì al venerdì, per 6 mesi. Il lavoro partirà in mattinata da Borgo Tressanti e nelle prossime settimane si snoderà in successione verso Posta Angelone, Borgo Libertà, Borgo Moschella e Cerignola Campagna. “Ringrazio – conclude Pezzano – i dipendenti dei Sevizi Sociali e dell’Ufficio di Piano dell’Ambito Territoriale di Cerignola per aver completato il complesso iter burocratico che ci ha permesso di andare incontro alle fragilità di 16 famiglie. Abbiamo scommesso, infatti, fin da subito sull’inclusione sociale attiva dei cittadini con fragilità sociale, sviluppando in maniera concreta una forma di coinvolgimento nella vita della città e superando il sistema di contributi passivi”.

  • Mariolino

    Ma che stronzata é ????

  • Pinuccio Bruno

    Tre ore al giorno? Il tempo per andare, prendere un caffè al bar o in casa di amici delluogo e tornare: le tre ore sono belle che passate. Una vera presa per ……..La cosa più importante , è seminare per poi racogliere al momento opportuno. Ki toin koip,
    kapeisc!