“Uno scandalo senza pari, a maggior ragione perché fatto grossolanamente e con l’arroganza tipica di chi pensa di potere tutto e restare impunito, quanto meno sotto il profilo dell’opportunità politica: dei 23mila euro impegnati dalla giunta Metta per l’organizzazione dell’evento flop «Si cura Cerignola», affidati direttamente all’associazione “Club Tiro Dinamico” che vede tra i fondatori, con il ruolo di ex presidente, il consigliere di maggioranza Antonio Bonavita, ben 15.000 euro sono stati girati per l’organizzazione dell’iniziativa all’agenzia di comunicazione Daruma srl di Foggia, di cui è socia proprietaria la figlia minore dell’assessore Marino“, cosi i consiglieri del centrosinistra di Cerignola a seguito dell’indagine amministrativa effettuata sulle spese pazze del discusso convegno “Si cura Cerignola”.

“Inoltre – fanno sapere i consiglieri – la fattura della Daruma srl è assolutamente generica ed omnicomprensiva, così come generica è la rendicontazione delle spese presentata dall’associazione “Club Tiro Dinamico” al Comune: le singole attività di comunicazione non sono dettagliate per costo. Ma le sorprese non finiscono qui. Ai 23.000 mila euro impegnati dall’Amministrazione contribuiscono, oltre ai 15.000 euro all’agenzia di comunicazione della figlia dell’assessore, ben 2.500 euro per l’acquisto di 5 medaglie in oro, argento e bronzo (ma non è noto quante in oro e quante in altri metalli), acquistate presso la «Sfizi di Rosa gioielli», di proprietà del consigliere di maggioranza Antonio Bonavita, poi 3.000 euro come rimborso spese all’associazione “Club Tiro Dinamico” e 2.500 euro per non meglio specificate e dettagliate «spese varie di gestione e adempimenti fiscali”.

“Ma i rapporti tra la Daruma srl e l’amministrazione non finiscono qui. Altri 1.754 euro sono liquidati dall’Amministrazione Comunale all’agenzia di comunicazione di Foggia per la progettazione grafica e la stampa di manifesti e poster 6×3, nell’ambito della pubblicità per l’inaugurazione del Museo di Torre Alemanna e altre risorse private sono state reperite da Daruma srl – per conto del Comando di Polizia Locale – come sponsor per la produzione e la stampa del calendario della Polizia”.

“Qualunque altro commento risulta superfluo – hanno concluso i rappresentanti del csx – Appare del tutto evidente l’enorme conflitto di interessi tra l’assessore al bilancio del Comune di Cerignola e la Daruma srl di Foggia. Risulta quantomeno inopportuno dal punto di vista dell’eleganza istituzionale che la comunicazione di eventi promossi dal Comune venga affidata a società di cui è socia e proprietaria la figlia di un assessore. Ed è altrettanto scandaloso – non tanto che l’organizzazione dell’iniziativa sia stata affidata ad una associazione di cui era stato Presidente e fondatore il consigliere comunale Antonio Bonavita – quanto che l’associazione acquisti 5 medaglie, dal valore di 2.500 euro, da una gioielleria di proprietà dello stesso consigliere.

Ragioni di opportunità imporrebbero all’assessore Marino le dimissioni spontanee ed immediate dal suo incarico, è una questione di dignità istituzionale. Altrettanto dovrebbe fare il consigliere Bonavita. Siamo dinanzi ad una faccenda paradossale dove un’iniziativa nata per sensibilizzare sui temi della legalità – e di cui noi in due comizi abbiamo già parlato, denunciando l’impegno di spesa eccessivo – si sia trasformata in una mera spartizione di briciole. Manco le molliche lasciano».

  • senza vergogna

    questa donna è senza vergogna, sopravvive senza voti a tutte le amministrazioni, pensavo che almeno metta si liberava di tutti questi personaggi. che faccia di bronzo mamma mia. DIMETTITI E VAI A GIOCARE A BURRACO CON I PENSIONATI COME TE non tabbutt me ora devi ingrassare le tasche di ta figlia?????

  • critico

    Una vergogna infinita.

  • Onesto

    Hanno fatto manbassa di tutto in questi anni e ora guardano i 15000 euro alla figlia dell’assessore . Ma mi faccia il piacere . Siete penosi voi del PD

    • Paki

      Forse dimentichi che quei 15.000 euro sono soldi pubblici , soldi dei cittadini di Cerignola che che dovrebbero essere usati per delle finalità utili alla collettività. Il problema non è pd o non pd ma di persone che si candidano per fare politica e invece la usano come in bancomat per i loro interessi personali!!! Fare politica è tutt’altra cosa: e mettersi a dispozizione della collettività,occuparsi dei deboli,poveri,bisognosi, occuparsi dei problemi della città in merito a degrado,sicurezza,disoccupazione era etc . Questa amministrazione si sta dimostrando il peggio che si poteva aspettare. Hanno sventolato per anni la bandiera della moralità e oggi loro si dimostrano peggiori di tutti gli altri!!!! Mi chiedo come può un assessore al bilancio ( colei che amministra i soldi dei cerignolani che pagano in tasse) rimanere al proprio posto dopo una cosa del genere?? Uno che giustifica tali fatti credo che debba essere della stessa banda quindi ti consiglio di cambiare il nickname aggiungendo dis- onesto .Sarebbe più appropriato.

      • Onesto

        Paki anche i 10 milioni di Gema erano soldi pubblici ma che deeee mitt t a U fresc . Negli ultimi 10-15 anni hanno fatto cani da porci e ora vi meravigliate x 15000 euro . Ma mi faccia ……..

        • Ospite1

          Certo hai ragione facciamo la gara a chi ruba di più.
          Alla faccia del cambiamento.
          Vergognatevi tutti.
          Andate solo per riempirvi le tasche alla faccia dei fessi che vi battono le mani e pagano le tasse, cosa sono 15.000 euro qua cosa sono 50.000 per altro cosa sono 3000 euro per le medaglie vendute da un consigliere del comune.
          Ma che cosa avete capito? E ora di smetterla banda di imbecilli.

        • Paky

          Se giustifichi questi episodi è perché forse sei un amico di merende della combriccola. Io a differenza tua mi arrabbio perché una parte di quei soldi sono anche miei, tu no e non capisco il perché!!! Evidentemente avrai il tuo tornaconto!!!!! Altro che onesto!! Ribadisco cambia il nickname perché è inappropriato !

  • Colino

    un 6×3 costa 200 euro, quanti ne hanno fatti? Perché io ne ho visti solo 2, ma magari mi sbaglio

    • Cartomanti

      Che gentaglia, all’elezioni fanno di tutto si ciarlatani per avere il posto al comune si inventano promesse, votate a questi cartomanti, certo che altri 4anni ne vedremo ancora delle belle. Aumenta l’illegalità giorno x giorno, il cambiamento opposto.

  • Caro

    comunque avete notato quanto costano i calendari

  • Gianni

    Sono più dignitose le donne di strada, almeno danno un servizio

  • Pinuccio Bruno

    La notizia, a primo acchito oltre a destare stupore per la
    novità , induce a credere in uno dei moventi che ha di recente determinato la
    ben nota turbolenza in seno alla maggioranza consiliare. Tanto da non renderla
    più coesa, dando vita a gruppetti al suo interno al solo scopo di poter
    “coltivare” l’orticello delimitatisi e raccoglierne all’uopo il
    rispettivo prodotto. E ciò, in comune buona pace con lo pseudo “grillino”
    Metta, applicando la filosofia del: io concedo una cosa a te e tu mi garantisci
    il sostegno in Consiglio Comunale.

    Dei fatti raccontati, la domanda regina , è: il Sindaco
    Metta di Cerignola, quale Capo della Giunta, nel deliberare il provvedimento
    POTEVA NON SAPERE POSSIBILI CONFLITTI DI INTERESSE e quindi chiamarsi fuori da
    ogni responsabilità ?

    In ogni caso, l’episodio porta inevitabilmente a scalfire la credibilità e
    ,quindi, ad affossare sempre più codesta Amministrazione Comunale e coloro che
    la sostengono a livello istituzionale, nessuno escluso.

    Spero in un sussulto di orgoglio, da parte di chi riveste il ruolo di
    Consigliere di maggioranza con onore e dignità!

  • Masino Lezzi

    Dai mangiatevi tutto, non lasciate niente!!!!! Solita musica………………….si festeggia e si brinda col denaro pubblico!!!!!

  • Diabolik

    A chi la visto stasera parlano del caso Metta: è introvabile!!!!

  • EUROSPIN

    E il fotovoltaico sull’EUROSPIN chi lo metterà? L’assessore ombra Rosc (Zamp)???