“In pochi mesi l’attuale amministrazione ha restituito ai cittadini cerignolani, grandi e piccolini, uno spazio verde, che rappresenta il cuore pulsante della città, riqualificato, più pulito e con più servizi. Ancora una volta la strategia adottata, quella sinergia tra pubblico e privato, ha prodotto i suoi frutti, con un notevole risparmio nei costi di manutenzione”. Così il Capogruppo del gruppo di maggioranza di Federazione Civica, Ale Frisani, in merito all’inaugurazione del punto di ristoro all’interno della Villa Comunale e sulla nuova gestione del parco.

“Rispetto al passato – afferma Frisani –, quando si spendevano circa 70mila euro all’anno per la sola gestione dei bagni pubblici, il provvedimento adottato dall’amministrazione alcuni mesi fa, un bando di gara, prevede una spesa annua di 50mila euro, nella quale sono stati condensati tutti i servizi necessari alla gestione completa del parco: dal verde pubblico, che pure aveva dei costi importanti, ai bagni, dai giochi per i bambini al punto ristoro, fino alle varie manutenzioni. Un risparmio, dunque, di ben 20mila euro e più servizi per i cittadini”.

“In merito al punto ristoro – continua il capogruppo – è vero che era già stato pensato diversi anni fa, ma è stato realizzato in maniera concreta solo oggi. L’affidamento della gestione della Villa Comunale, quindi, rappresenta un vero e proprio investimento dell’amministrazione: con questo atto – conclude Frisani – il parco sporco, a tratti abbandonato e gestito con servizi prorogati è diventato solo un ricordo del passato”.

CONDIVIDI
  • SAVINO

    Spazio verde???? Ma dove????? Nella villa sono rimasti solo pochissimi alberi, pochi, pochi confronto al passato. Io abitavo in via Dalmazia, ora V.le Di Vittorio, e la Villa me la ricordo benissimo. Prima c’era molta ombra in estate, la vegetazione era folta, adesso c’é un albero qua, un altro a 20 metri, un altro a 30 metri, sembra una savana africana. Piantate alberi, piantate tanti alberi, il verde é troppo poco.

    • Ospite

      E meglio se vanno a piantare banane in Africa questa manica di incapaci
      Fra poco ne toglieranno ancora di alberi e faranno altri tendoni per dare appalti agli amici come per il bar.
      Dimettersi e l’unica alternativa che anno così salvano la faccia ammettendo che sono incapaci

      • Andrea il caffettiere

        Veramente squallida la Villa, non c’é verde, pochi alberi rimasti. Ma sto Frisani chi é? Che fa? Quale Villa ha visitato?

  • il guastafeste

    Carissimo signor Frisani forse lei si confonde con la villa comunale di un’altra città…e per carità può capitare! Quali spazi verdi vede lei? quale cuore pulsante? quale riqualificazione? quale pulizia? La villa comunale si è desertificata! Qual’è caro Frisani il suo concetto di verde pubblico? Quella poca erba rimasta, in estate, diventa vergognosamente gialla, se rinverdisce momentaneamente è solo grazie alle sporadiche piogge estive. I cestini per la raccolta delle cartacce lei li ha visti? Sono davvero ridicoli! E il recinto di fortuna realizzato con quei bancali pitturati alla buona…. ma che cos’è??? e poi vogliamo parlare del punto ristoro? sarebbe dovuto essere sobrio e non così invasivo e invece è esattamente l’opposto!! Per risparmiare sul verde e sulla relativa manutenzione si poteva proporre ai vivai della zona di operare come sponsor.. ovviamente in cambio di visibilità all’interno della villa comunale! Caro signor Frisani, a me sorge il dubbio che lei nella villa comunale non ci entri da tanto, se la faccia una passeggiata, con tutto quel verde che lei predica, non potrà che farle del bene!!

    • Ospite1

      Ma il Sig Frisani vede tutto verde come il suo Sindaco e tutta la giunta che vedOno tanto verde ma tanto che anno deciso di lasciare Tutta Cerignola al Verde.
      Non avete capito niente questi sono in comune solo per arraffare il più possibile tanto lo sanno che questa che anno avuto e la loro unica occasione per abbuffarsi.
      Evviva Metta