Gerardo Bevilacqua, l’eccentrico candidato Sindaco delle elezioni 2015, ritorna in piazza improvvisando un comizio davanti alla Villa Comunale. Un momento in cui, con il suo solito stile sopra le righe, il nostrano “Ribellione” spazi a zero su tutto e tutti.

Dall’Amministrazione cittadina a quella regionale, Bevilacqua ne ha per tutti. Al centro la tutela delle classi più deboli, dell’agricoltura, della città, ma soprattutto della legalità. Un comizio che, promettono Bevilacqua & Co, si ripeterà anche nelle prossime sere.

24 COMMENTI

  1. Inizia a scendere dalla panchina………….con le scarpe sporche!!!!! Emiliano é vero, é un traditore, mafia politica????? Non esiste, la mafia e la politica sono la stessa cosa!!!!!! Silenzio???? Nessuno dice niente, evidentemente sta bene cosi!!!!!

  2. Bevilacqua vai a lavorare che i 60 anni di vita non hai versato un’ora di contributo . Sai fare solo il giullare tu e i due burattini che ti sono a fianco. Il lavoro lo trova chi lo cerca. Meno male che in casa tua entra uno stipendio . Tra un po inizia il taglio dell’uva invece di dire cazzate mettetevi ( la cong ngan) e andate a lavorare tutti e tre.

    • ………..grida, insulti, minacce, ma sti tre chi li ha mai visti lavorare??? Pretendono di difendere gli interessi dei cittadini, ma a quale titolo??? Partecipano alla vita politica del paese, ok, d’accordo, ma criticare come fanno loro é facile, qualcosa di costruttivo non é ancora uscito!!!!!

      • Ma a quale vita politica?
        All’epoca c’erano i giullari di corte oggi ci sono loro i giullari del comune di Cerignola.
        Non sanno che cos’è significa lavorare, non capiscono una mazza.
        Ormai fanno parte della coreografia Cerignola a.
        Poverini non sanno cosa fare e si mettono a strillare per strade e dire cose insensate e tanti li ascoltano per distrarsi dai problemi quotidiani..
        Vai a lavorare

Comments are closed.