Era da tempo che da palazzo di Città trapelava l’idea di una riforma totale del controllo del traffico, dalle zone ZTL, ai parcheggi a pagamento, fino al controllo elettronico della velocità con telecamere e rilevatori istallati nel centro cittadino. Negli ultimi giorni, però, cominciano ad arrivare le prime conferme, con annessi dettagli, del programma di controllo della velocità nelle arterie principali del centro di Cerignola.

Con Determina 667/46, del 29 agosto 2016, l’amministrazione comunale, su indicazione del dott. Delvino, Comandante della Polizia Municipale, ha dato mandato per «l’installazione di n. 10 (dieci) postazioni di controllo della velocità sulle strade del centro urbano sulle seguenti arterie cittadine: Viale USA – Viale M.SS. Ausiliatrice – Via Napoli – Via Gen. Dalla Chiesa – Via San Ferdinando di Puglia – Via Sorelle A. Rosati – Strada Ofantina – Viale di Levante – Viale di Ponente – Via Santuario M. SS. di Ripalta», così come si legge al punto 3 del documento».

Il compito di vigilare e raccogliere le eventuali sanzioni è stato affidato «alla “GIELLE SERVICE srl”», rimandando i dettagli alla Delibera di Giunta n.143 del 25/05/2016, che nello specifico parla dell’installazione di «n. 01 misuratore di velocità da installare in n. 10 postazioni box di controllo, con spostamento ciclico dello stesso nelle postazioni individuate, in funzione di un programma di sicurezza concordato con il Comando di polizia Municipale».

La stangata, che con ogni probabilità potrebbe colpire i cittadini di Cerignola, riguarda proprio il limite di velocità fissato. Secondo rumors di palazzo, ancora tutti da verificare, pare che l’amministrazione abbia deciso di fissare il limite di velocità nel centro cittadino a 30km/h, con una tolleranza massima di 4km/h. Il che significherebbe che a 35 km/h, per una delle vie principali del centro, ad esempio, si potrà essere sanzionati per eccesso di velocità. Indiscrezioni che, se confermate, aprono scenari critici nel controllo del flusso veicolare, rischiando, inoltre, di danneggiare non solo i trasgressori cronici. I limiti, in media, nelle città italiane sono compresi tra i 40 e i 50km/h, e le tolleranze in eccesso ammontano solitamente a 5km/h.

Se l’idea è quella di riordinare il traffico cerignolano, provando a far rispettare le regole di una sana e civile viabilità, il mezzo della mannaia, così come sembra, proposto dal duo Metta/Delvino, non pare essere la panacea per la cromosomica ineducazione alla guida dei cerignolani.

CONDIVIDI
  • Pedone indifeso

    Le macchine che sfrecciano hanno tutte targhe straniere ergo…problema non risolto. Posti di blocco e sequestro del mezzo con targhe tedesche scadute o bulgare!

  • Automobilista

    E’ un modo per fare soldi e giustificare l’assenza totale dei vigili urbani.

  • Io_speriamo_che_me_la_cavo

    Corso Roma no? È proprio lì che serve! Dalla mezzanotte in poi sfrecciano a 100 km/h!!!!! E se ci sono le transenne coi motorini ci passano in mezzo alla stessa velocità! Scansando intere famiglie con bambini e passeggini!

    • parvetta

      chiediti perché solo a cerignola l’amministrazione non obbliga i vigili ad effettuare anche turni notturni. Sono impiegati del catasto dopo le 21 tutti a casa tanto ci pensano carabinieri e Polizia. Volevo ricordare che con il Commissario Pref. i vigili lavoravano in p.zza mercadante fino alle 3 di notte. Come lui si e DELVINO no

    • Onesto

      Diglielo a Automobilista che pensa a come il comune deve far cassa invece di pensare all incolumità delle persone. È comunista ……..

  • assumete Vigili Urbani

    Assumete Vigli Urbani, dotateli della attrezzatura necessaria, fate fare loro attività di controllo sul territorio. La sera non c’è alcun presidio e regna il disordine

    • VIgili grandi lavoratori!

      I vigili ci sono, ma sono tutti imboscati negli uffici!!!

    • parvetta

      Calma, preferisco pagare una multa e non uno stipendio ad altri vigili urbani inesistenti. Sono stati assunti una ventina di vigili dall’amministrazione giannatempo ad oggi. Con uno stratagemma burocratico hanno raggirato il patto di stabilità assumendo internamente personale, quindi facendo transitare i vigili appena assunti negli Uffici, ergo.. siamo nuovamente carenti di vigili, quei pochi si sono inventati la pattuglia pronto intervento. Volevo ricordare che con Tatarella i vigili li vedevi a piedi in periferia quantomeno si aveva la presenza.

  • ruggero

    per quanto riguarda tutti quei gruppi di motorini senza targa,senza assicurazione,guidati da bambini di 10/12 anni che li guidano tranquillamente senza nemmeno indossare il casco e badate bene si tratta di ciclomotori di 50 cc di cilindrata cosa intendono fare? certo i genitori dovrebbero essere più preoccupati di me a vederli girare per il paese in quelle condizioni ma se le vigenti leggi della polizia municipale di Cerignola consentono questo tipo di circolazione e nessuno interviene, forse quei genitori si sentono in dovere di non fare abbandonare ai propri figli le vecchie tradizioni del nostro paese.

    • GIANNI

      AI RAGIONE RUGGERO,E SE QUESTI AUTOVELOX FOTOGRAFANO UNO DI QUEI MOTORINI LA MULTA A CHI LA MANDANO?

  • Professore in pensione

    OTTIMO!!!!! BUONA IDEA, MULTATE CHI CONTRAVVIENE I DIVIETI, SENZA PIETA’ !!!!!!

  • tonio fortebracci

    Il problema era facilmente risolvibile con installazione di semafori funzionanti e con l’appoggio e la collaborazione dei vigili urbani ma siccome il comune tutela i suoi cittadini un ulteriore modo per sfilare soldi andava pensato….ed ecco qui la risposta autovelox in paese!

  • gigio

    Non si fanno multe …non va bene.
    Si fanno le multe …..non va bene .
    i commentatori dissenzienti dovrebbero essere felici di iniziative repressive come questa…ma niente.
    non va mai bene niente.
    P.S. se andate a TRANI, città presa ad esempio per bellezza e vivibilità, noterete che gli autovelox in città ci sono da MOLTO TEMPO.
    Buona serata.

    • ElDiablo

      Ma i vigili urbani dove sono ? non sarebbe più semplice farli lavorare ?

      • Lillino

        Ma li hai visti chi sono i vigili urbani????? Per carità, poverini, già é assai quel che fanno!!!!!! Sono stati assunti per riposare!!!!

    • selmo

      Altro che repressive queste sono notizie depressive,mettere autovelox in un pese dove non esistono semafori, non esistono piste ciclabili,chi vuole girare per il corso in bicicletta deve utilizzare gli scivoli per i disabili sul marciapiede,di strisce pedonali non ne parliamo neanche,mettere gli autovelox e come avere una ferrari ma senza motore.Far rispettare il codice della strada sarebbe rieducativa per tutti i cittadini che ormai sono abituati a cattive abitudini.

  • Elettrik

    vi spiego subito il motivo del limite dei 30 kmh.siccome la citta’ e’ piena di buche si calcola che normalmente a quella velocita’ un auto non subisce alcun danno e quindi di conseguenza nessuno puo’ richiedere i danni provocati dalle buche.Altro che sicurezza a 30 kmh si creerebbe un trenino di autoveicoli lungo tutta la circonvallazione,provate ad immaginare.