“Cerignola ha bisogno di risposte concrete in termini di sicurezza, anche sotto il profilo del traffico. Vogliamo dire basta ai veicoli che sfrecciano a gran velocità mettendo a repentaglio l’incolumità di cittadini, ma ancor più di bambini e anziani”. A dirlo Pia Zamparese, assessore con delega alla sicurezza, in riferimento al via libera dato dall’amministrazione Metta all’installazione di dieci postazioni per il controllo elettronico della velocità.

“Con la determina 667/46 del 29 agosto 2016 questa amministrazione volta pagina sul fronte della gestione e del controllo del traffico. Le dieci postazioni posizionate in viale USA, viale M.SS. Ausiliatrice, via Napoli, via Generale Dalla Chiesa, via San Ferdinando di Puglia, via Sorelle A. Rosati, via Strada Ofantina, viale di Levante, viale di Ponente, via Santuario M. SS. di Ripalta porranno un limite concreto all’irruenza di chi incurante dei limiti di velocità schiaccia sull’accelleratore. Non è più tollerabile – conclude la Zamparese – che certe vie cittadine, soprattutto nelle ore notturne, si trasformino in piste da gran premio”.

  • Gino Lopane

    Chiedo scusa per l’intromissione, ma la Sig.ra Zamparese non guida la macchina???? La moto??? Comunque ci vuole più controllo, più rigore, più severità.

  • Pietro

    Ma il limite in paese è ancora di 50km/h o no ?
    Perché allora li deve mettere a limite di 30km/h?

  • stratrek

    ecco risolti tutti i problemi… bravi. quindi niente piu macchine in doppia fila a parlare tranquillamente, niente piu gente che guida parlando o messaggiando al cellulare, niente piu pedoni che attraversano strade e incroci guardando e pensando alle vacche, niente piu ricerca di posteggi nelle strisce bianche e ciliegina sulla torta la bassa velocità insiste sulle polveri sottili di un traffico congestionato dalla mancanza di strade a scorrimento veloce. una domanda… ma i vigili urbani esistono ancora a Cerignola? proprio vero quando un italiano nn sa nulla… insegna.

  • Nicola

    Non serve a nulla installare autovelox in città. Bisogna solo sequestrare i mezzi a quei pochi idioti che si gasano alla guida delle loro potenti auto. Basterebbe poco per beccarli: basterebbe appostarsi dove ci sono grandi spazi. Avete mai notato i segni neri delle gomme sull’asfalto la domenica mattina? Fateci caso. L’asfalto cerignolano in certe zone è più gommato del circuito di Monte Carlo.
    Ci vuole una campagna repressiva più rigida. Bisogna colpirli in quello che più amano. L’auto! Sono pochi rispetto ai civili automobilisti e sono sempre gli stessi. Forza e soprattutto coraggio. Si può fare.

    • nino della pizzeria

      E’ assolutamente vero !!!!!

  • Giuseppe

    “Bingo”..Vi piace vincere facile????? Come diceva il grande TOTO’ “e io pago”!!!! Per il controllo del traffico in tutto il mondo si usa: Il semaforo ed il vigile urbano. Quindi accendiamo i semafori e facciamo controllare il traffico urbano ai vigili urbani.

  • Dubbioso

    Ma sarà applicato a tutti tutti tutti ??? Dato che , nonostante il rimbombo mediatico , ci sono stati casi di parcheggi di auto su marciapiedi mai sanzionati.!!!

    • Citradino

      Cerignola è piena di macchine straniere e chi paga i fessi con le auto italiane . Chi li multa queste macchine gli autovelox . Ma mi faccia il piacere ….. Diceva Totó

  • il guastafeste

    Sig.ra Zamparese è mai andata il sabato mattina su viale Di Levante? io vedo la sosta selvaggia che più selvaggia non si può, se dovesse passare un mezzo di soccorso rimarrebbe imbottigliato anch’esso nel traffico, si formano code lunghissime perchè ovviamente il traffico non fluisce rapidamente! Servono due scooter con due vigili per strada, turni della polizia municipale anche di notte, visto che polizia e carabinieri hanno cose più importanti da fare che sanzionare gente per l’alta velocità! NON SERVE ALTRO!!

  • il guastafeste

    ..e un’ultima cosa sig.ra Zamparese…. la segnaletica orizzontale dov’è? Non c’è perche non la ritenete importante? I semafori perchè non ne funziona neanche uno? e le buche… ci sono buche che sembrano crateri vulcanici…e se in una di queste ci finisce un motorino soprattutto quando piove.. beh… non so come si andrebbe a finire. All’incrocio del cimitero ci vorrebbe una rotonda, si può realizzarla anche provvisoriamente con elementi mobili e annessa segnaletica orizzontale, sarebbe davvero una gran cosa!!

    • Luca

      Però ogni postazione dovete mettere uno del comune, come te signora zamparese , a visionare che nessuno rompe le postazioni ma fatemi il piacere questo è un altro trucco per fregarvi i soldi , e poi i soldi dei verbali dove andranno forse fate come Giannatempo che se li prende lui ….. Dovete aumentare le forze dell ordine non come i vigili che abbiamo che non se ne frecano di nessuno pensano ad andare solo in giro….questo paese ormai è fatto che chi maneggia festeggia… A VOI TUTTI QUELLI DEL COMUNE ANDATE A LAVORARE COME FACCIAMO TUTTI NON PENSATE COME DOVETE TOGLIERCI I SOLDI A NOI CERIGNOLANI,, chi pagherà queste postazioni ????ma fatemi il piacere andate a zappare che non lo avete mai provato

  • Elettrik

    Soldi buttati al vento.I piloti di formula cerignolana useranno altre strade.

  • pasman

    ma attivare le telecamere messe in tutta la città, no? Serve solamente un vigile in una stanza che guarda i monitor e far partire la multa in tempo reale, impossibile da contestare visto che ci sono le immagini. Questi autovelox danneggiano anche chi in città va a 40; velocità che in città si raggiunge tranquillamente anche facendosi un semplice giro con la famiglia. Poi comunque a chi sta in palazzo di città che se ne fregano tanto se le fanno togliere. vuoi vedere chi sgomma? vuoi vedere chi si fa i controsensi e vuole a vere ragione? vuoi vedere chi effettua soste selvagge? attivate le telecamere in città che sono già costate troppo e non vengono usate

  • fornaci

    E’ surreale tutto quello che gli amministratori stanno facendo a Cerignola. Si spendono i nostri soldi per 10 autovelox e mancano i bidoni della plastica, almeno alle fornaci ce n’è solo uno. Allora multiamo chi supera i 30 Km orari e bruciamo la plastica che nessuno riesce più a differenziare.E’ vero, ci sono città con ZTL,ma non hanno problemi di sporcizia, retti, blatte, nube tossica. Ma di che stiamo a parlare????? Siete patetici

  • Polifemo

    Per me il problema non sarà risolto, una volta memorizzate le postazioni basta decellerare in quei punti per poi riandare a manetta nei migliori dei casi.
    Sicuramente assisteremo a slalom sui marciapiedi di moto per evitare le colonnine.
    So che la nostra è una realtà molto difficile, ma con pseudo trovate utili solo a rimpinzare le casse
    da soliti poveracci, perché chi è abituato a delinquere utilizzerà auto con targhe straniere alle quali i verbali non partiranno neanche, oppure non avendo numero di casa non pagheranno mai.
    Viceversa l’anziano, la signora che ha fatto tardi ecc. superando la velocità di 35 km/h si vedrà recapitare la multa che sarà costretta a pagare.
    Nelle città civili si creano condizioni ottimali per incentivare l’uso di bici con la creazione di piste ciclabili, ma vere non sottospecie sui marciapiedi inutilizzabili e pericolose.