Esordio positivo stagionale per l’Audace Cerignola: nell’andata degli ottavi di finale di coppa Italia, gli ofantini battono di misura (0-1) l’Atletico Vieste. Senza gli squalificati Dipasquale e Schiavone, e le indisponibilità di Altares, Grieco e Daniele Amoruso, la prima versione gialloblu 2016/2017 è con un 4-2-3-1. Roberto Marinaro in porta; difesa con Cappellari, Colangione, Ciano, Rinaudo; Colella ed Albanese in mediana; Morra, Carmine Marinaro e Lasalandra a supporto di Flavio Amoruso punta avanzata. Fa molto caldo al “Riccardo Spina” (tant’è che intorno alla mezzora c’è stato addirittura un timeout per consentire ai ventidue in campo di rinfrescarsi), ma gli ospiti partono subito all’attacco: al 3′ Albanese con un piazzato di sinistro chiama alla parata in corner Innangi. Morra poi salta un difensore sulla destra e crossa basso, ma né Amoruso né Lasalandra arrivano in tempo per deviare in porta. Il Vieste si schiera con un 4-5-1 in cui si distinguono Kouame per la gran corsa e Silvestri per i tentativi di dare geometrie ai suoi, ma non impensierisce mai Marinaro. Bella combinazione Amoruso-Lasalandra-Albanese, la conclusione del centrocampista si spegne di poco a lato. Molto attivo l’ex Manfredonia: da una sua rapida percussione, la sfera giunge ad Amoruso, che trova il portiere di casa a sbarrargli la strada (38′). Tre minuti dopo, Lasalandra cerca di saltare Sollitto, il quale tocca con la mano: Doronzo indica il dischetto e lo stesso numero 10 gialloblu trasforma con un destro angolato a mezza altezza.

Nei primi bagliori della ripresa (appena 13″), Morra sfiora il raddoppio accentrandosi da destra, Innangi respinge a mani aperte. L’ariete cerignolano diventa il riferimento offensivo con Amoruso spostato largo: l’afa si fa sentire maggiormente ed il Cerignola bada ad amministrare il vantaggio. Sempre Morra esplode uno dei suoi proverbiali destri dalla distanza, centrando in pieno la traversa; a seguire fanno il loro ingresso Oliva e Colucci per Rinaudo ed Amoruso. Le sostituzioni dell’Audace si completano con Russo al posto di Morra e, a recupero quasi ultimato, Oliva calcia centralmente da buona posizione, consentendo ad Innangi di lasciare il punteggio sul minimo scarto. Qualificazione ancora aperta e che si deciderà a Cerignola: l’Audace ora penserà al debutto in campionato, nella nuova insidiosa trasferta in casa dell’Hellas Taranto.

ATLETICO VIESTE-AUDACE CERIGNOLA 0-1

Atletico Vieste: Innangi, Langi (79′ Dimauro), Caruso, Kouame, Sollitto, Telera, De Vita, Silvestri, Facecchia, Laforgia, Sicignano (70′ Milella). A disposizione: Saracino, D’arenzo. Allenatore: Franco Cinque.

Audace Cerignola: Marinaro R., Cappellari, Rinaudo (64′ Oliva), Ciano, Colangione, Albanese, Marinaro C., Colella, Morra (81′ Russo), Lasalandra, Amoruso F. (64′ Colucci). A disposizione: Vurchio, Borrelli, Matera, Gadaleta. Allenatore: Massimo Gallo.

Rete: 42′ Lasalandra (rig.).

Ammoniti: Kouame, Telera, De Vita (AV); Rinaudo, Albanese, Colucci (AC).

Angoli: 2-13. Fuorigioco: 4-2. Recuperi: 3′ pt, 3′ st.

Arbitro: Doronzo (Barletta). Assistenti: Vitobello (Barletta)-Cataneo (Foggia).