Il consigliere comunale della Città di Cerignola, Capogruppo “Sgarro Sindaco”, ritiene come “sia necessario approntare urgenti misure per tentare di risolvere quella che molti considerano la peggiore crisi ambientale degli ultimi decenni di storia della nostra città”. “E’ evidente a tutti come la situazione sia assolutamente grave e sia degenerata negli ultimi giorni. I contenitori dell’IMMONDIZIA sono tutti stracolmi ed i sacchetti vengono ormai lasciati per strada con gravi conseguenze di natura igienico-sanitaria. Il tanfo da questi emesso è irrespirabile. I pericoli per la salute dei cittadini sono altissimi, specie per i più piccoli e a maggior ragione in un periodo dell’anno in cui le temperature sono ancora calde. Numerose sono le segnalazioni di RATTI visti a rovistare tra la spazzatura che si aggiungono alle blatte che invadono la città e soprattutto i quartieri più periferici.

Bruttissimo è lo spettacolo offerto ai tanti visitatori che si recheranno in città per omaggiare la Protettrice durante i giorni della Sua festa, agli atleti del campionato regionale podistico tenutosi domenica ed agli importanti rappresentati delle istituzioni nazionali che hanno visitato la città durante la Festa dell’Unità. Ciò mentre l’amministrazione, con politiche incomprensibili ed assurde, sta conducendo verso il fallimento la SIA (società locale di raccolta e smaltimento rifiuti) e mentre la RACCOLTA DIFFERENZIATA ha percentuali da paese del terzo mondo e addirittura in regresso rispetto agli anni passati. Ma la situazione, purtroppo, è ancora peggiore! In diverse occasioni Cerignola è stata persino avvolta da una COLTRE DI FUMO che ha causato a molti difficoltà respiratorie ed irritazioni varie, senza che nessuno sappia da dove provenga ed abbia la benché minima idea di come risolvere il problema. Ancora, l’IMPIANTO DI INCENERIMENTO sito in contrada Paglia continua a bruciare pur tra mille perplessità e l’inattività di chi dovrebbe e potrebbe fare qualcosa. E non da ultimo il fenomeno dei presunti SCARICHI ILLEGALI effettuati da alcune aziende della zona industriale che sarebbero stati concausa del fenomeno della PUZZA NAUSEABONDA che per molto tempo ha invaso la città.

Abbiamo chiesto mesi fa alla Polizia Municipale di verificare, senza, tuttavia, ricevere alcuna risposta. Per tutte queste motivazioni, la misura è colma!!! Ricordo ancora molto bene l’esito del Consiglio Comunale indetto sulla questione ambientale. Il tema era fondamentale!!! Peccato che in aula su 22 tra assessori e consiglieri di maggioranza, ne erano presenti 3 o 4. Condivido l’invito affinché tutti i cittadini, nel loro piccolo contribuiscano a non inquinare e ritengo debba investirsi, seriamente, per sviluppare, nel lungo tempo, una diversa cultura ambientale. Ma, nel frattempo, nel breve tempo serve qualcosa in più!!! Servono persone serie, competenti ed esperte che sappiano come e dove agire. Per questi motivi chiedo al Sindaco di Cerignola di revocare il mandato all’Assessore all’Ambiente, Antonio Lionetti, o a questi di presentare immediatamente le proprie dimissioni prendendo atto della propria inadeguatezza a rivestire questo delicato ruolo.

LA PEGGIORE EMERGENZA AMBIENTALE DI CERIGNOLA NON PUÒ ESSERE RISOLTA DA CHI HA CONTRIBUITO A CREARLA E DA CHI È PALESEMENTE INCAPACE A RISOLVERLA. Venga nominato un nuovo Assessore con esperienza professionale e lavorativa in tale settore, che si sia sempre occupato professionalmente di ambiente e che abbia notevole esperienza in gestione di emergenze ambientali. Al contempo si individui un gruppo di esperti che possa essere d’ausilio all’Amministrazione nella gestione della crisi.”

  • Onesto

    Da quale pulpito viene la predica . Dopo che hanno sperperato assunto illecitamente e chi più ne ha più ne metta , ora vogliono erigersi a paladini del buon senso e del saper fare. Informatevi non sperate nelle disgrazie altrui per emergere . Opposizione bugiarda e vergognosa . Cialtroni.

    • Dimettiti

      Questo era il cambiamento del Sindaco Metta? Far entrare nella catatrofe totale una Città, ma il vero pericolo è l’inquinamento ambientale, c’è un canale zona industriale si è visto su fb.versano acidi liquidi, scarti di rifiuti altamente tossici, il Sindaco si vede solo alle manifestazioni di quartiere, beato lui, dove è finita la sua grinta che aveva prima di essere eletto Sindaco? ????

      • Antonio

        Publicate le foto del canale su questo quotidiano , che tutti vedano

    • fornaci

      ONESTO ma che scrivi?????? ti vuoi rendere conto che qui ci stanno ammazzando e voi continuate ancora a farvi la guerra???????? Per una volta mettete da parte queste stupiderie ed alleatevi contro il nemico comune a tutti: IL TUMORE ììììììììì E smettetela

  • critico

    Ragazzi dell’opposizione siete davvero l’ultima opportunità per questa città. Cerignola crede in voi e scusateci se non vi abbiamo dato fiducia da subito.

    • Onesto

      A che bella corda vai ad appiccicarti. A coloro che ci hanno portato in questo stato. La discarica non l’abbiamo riempita noi , tutto ciò che scrivete non è stato compito di quest’ultima amministrazione . Sit tust d comprendorio .

  • via pure tu

    e quest’altro chi è??? da dove è sbucato?

  • Pinuccio Bruno

    Temo che la richiesta rimarrà inascoltata. In questi casi, si pone la MOZIONE DI SFICUCIA, un fxsimile di quella che il PD avrebbe dovuto fare nei confronti di Giannatempo quando spariroro circa 20miliardi del vecchio conio. E nel porla, essa va fatta nei confronti non dell’Assessore Lionetti perchè capro espiatorio di una certa situazione, ma nei confronri del Sindaco, colui che gestisce tutto quale accentratore di potere. Ma contro il Sindaco, il PD non lo farebbe mai, perchè poi la richiesta deve partire a firma dell’astuto segretario Sgarro e non dall’ingenuo e volenteroso Rendine.