(ANSA) – BARI, 06 SET – Un tour virtuale della casa, la possibilità di stipulare contratti di affitto digitali e prezzi calmierati. Sono le novità di cercoalloggio.com, il portale dedicato agli studenti universitari pugliesi fuori sede alla ricerca di una stanza a Bari, Lecce e Foggia. Il progetto, inaugurato lo scorso anno, nasce dall’idea di un gruppo di ex studenti, riuniti nella Cooperativa Apulia Student Service, che nel 2012 hanno vinto il bando Bollenti Spiriti della Regione Puglia per una fase di avvio della start up a Lecce. Il successo dell’iniziativa, all’insegna della legalità e della trasparenza, ha convinto partner istituzionali, quali Adisu e Atenei pugliesi, a supportare il progetto. Nello scorso anno accademico il portale ha aiutato più di 600 studenti fuori sede, sui circa 2.500 totali – 1800 dei quali rientrano però nelle graduatorie per le residenze Adisu – a trovare alloggio.

“La Regione Puglia deve cercare e sostenere servizi innovativi come questo – ha dichiarato l’assessore regionale al Diritto allo Studio, Sebastiano Leo – anche nell’ottica di creare un deterrente per gli affitti in nero e garantire un servizio agli studenti e allo loro famiglie con una sorta di bollino di qualità”. Tra gli obiettivi, infatti, c’è anche quello di “evitare che gli studenti diventino bersaglio di speculatori” ha detto il presidente Adisu Puglia, Alessandro Cataldo. “Grazie alla partnership con la cooperativa Apulia Student Service siamo ora in grado di soddisfare tutti i nostri studenti fuori sede – ha detto il direttore Adisu, Crescenzo Marino – fornendo loro un servizio innovativo e di qualità”.

Tra le novità di quest’anno c’è appunto il nuovo servizio ‘home virtual tour’ che consente agli studenti di visitare online gli interni degli appartamenti come in una visita di persona, attraverso una sequenza di immagini panoramiche a 360 gradi navigabili da tutti i dispositivi (pc, smartphone e tablet). Di grande impatto sociale le altre novità di cercoalloggio.com: il contratto digitale e il calcolo online del canone concordato. (ANSA).

CONDIVIDI