Foto tratta da facebook

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa del comitato “NO FUMI tossici”, nato in seguito agli ultimi episodi di incendi e cattivi odori in città, ma non solo. Gli attivisti annunciano una campagna informativa a partire da domenica prossima, 18 settembre, ed una manifestazione più corposa per il 9 ottobre prossimo. Di seguito il documento integrale.

Il percorso già avviato con altre iniziative spontanee realizzate da cittadini stanchi di soprusi di varia natura, sta facendo crescere la consapevolezza del proprio ruolo in democrazia, ed ancora una volta si è presa l’iniziativa di difendere la salute pubblica e il territorio, beni comuni. È finito il tempo in cui ci si affidava solo ai rappresentanti politici e alle altre istituzioni, alle lamentele continue e all’apatia verso attività nell’interesse generale. Ora il popolo sa che per tante questioni comuni occorre impegnarsi in prima persona, ritagliarsi un po’ di tempo della propria vita per sollecitare soluzioni e attenzione a protezione dell’interesse generale. La via è tracciata, il controllo sul buon funzionamento di ogni Organo e Ufficio dello Stato è ora appannaggio anche dei cittadini, sovrani in ogni democrazia.

Dopo anni di incendi incontrollati, appiccati in ogni luogo, interno ed esterno alla città di Cerignola, il 4 settembre scorso, un gruppo di cittadini, in seguito al tam tam sui social network, si riuniscono in Piazza Duomo e decidono di avviare alcuni atti di denuncia agli organi competenti contro quelle azioni velenose ed illegali, concretizzatesi con il deposito di un esposto-denuncia al Commissariato di Pubblica Sicurezza dei fatti accaduti nelle ultime settimane. Il medesimo documento è stato poi inviato alla Direzione Regionale dell’Arpa Puglia, al Dipartimento Provinciale dell’Arpa Puglia e alla Direzione Generale della Asl Foggia.

Le riunioni che si sono succedute hanno prodotto la calendarizzazione di una serie di attività di aggregazione e di informazione alla popolazione, con lo scopo di tenere alta l’attenzione e stimolare le istituzioni a compiere i passi necessari affinché vengano limitate ed eliminate queste combustioni, oltre a far crescere la consapevolezza generale sui danni provocati dai fumi. Inoltre, per essere riconoscibili nelle nostre attività ed aggiornare i cittadini, abbiamo creato un gruppo Facebook denominato “NO FUMI tossici”. A cominciare da domenica 18 settembre, saranno predisposti dei banchetti informativi nei luoghi più frequentati della città, preparatori alla manifestazione itinerante prevista per le 18:00 del 9 ottobre prossimo.

Così com’è stato per la minaccia del declassamento del nostro ospedale, l’indignazione che ha preso tanti cittadini ha dato luogo a manifestazioni, denunce, colloqui con i rappresentanti delle istituzioni a salvaguardia dei reparti del “Tatarella”. Quelle attività hanno quantomeno reso edotta la cittadinanza sulla evoluzione della situazione, e dalla documentazione ufficiale risulta il mantenimento del 1° livello della struttura sanitaria. In ogni caso, rimanere inermi davanti ad ingiustizie che si perpetrano ai danni dell’interesse generale, è la maniera peggiore di esercitare la propria sovranità: si agevola la sopraffazione di pochi a discapito dei tanti, si viene presi da rassegnazione con effetti deteriori per la qualità della vita e della democrazia.

  • Pinuccio Bruno

    Condividendo appieno il fine, auguro al neo Comitato” NO
    FUMI tossici” buon lavoro e iniziative
    di successo.

    • MO AVAST

      VI ASPETTIAMO UNITI SI VINCE CERIGNOLANI FACCIAMOCI ASCOLTARE

  • Elettrik

    invece di lamentarsi e’ arrivato il momento di agire e farsi sentire.FORZA

  • fornaci

    e il cielo è sempre più blu