Si è svolta ieri sera, presso il Bar Gorizia, la conferenza stampa di presentazione della settima edizione della Fiera del Libro, dell’Editoria e del Giornalismo. L’evento è organizzato dall’Associazione “OltreBabele”, patrocinato dal Comune (nessun rappresentante dell’Amministrazione, seppur invitato, si è visto, ndr) in collaborazione con: Club Unesco, Regione Puglia, Provincia di Foggia, Università di Foggia, Fondazione Tatarella, lanotiziaweb.it e Banca Del Monte. La introduzione e la presentazione sono state affidate alla presidente dell’associazione Rossella Bruno, che ha rimarcato come «la Fiera sia un festival in cui le diverse arti si incontrano fra loro, dando vita ad un mix di emozioni e suoni che rimangono nella mente». I numeri della edizione di quest’anno sono importanti: presenti diciassette case editrici e nove Librerie; si terranno due mostre fotografiche: la prima curata da Giovanni Rinaldi e Annalisa Graziano sul mondo carcerario dal titolo “L’altra possibilità”, reportage sul mondo penitenziario in cui verranno mostrate foto di vita carceraria, con la speranza di un ritorno ad una vita se possibile normale; l’altra proposta da Giulia Di Michele, già fotografa di questa testata, che presenterà “How a dream can change a life”, in cui attraverso le foto e le storie di otto ragazzi cerignolani si raccontano i loro sogni e le loro speranze per il futuro.

Poi spazio al programma: venerdì 23 settembre al mattino si terranno i laboratori per le scuole, dedicate alla scrittura creativa ed alla lettura; nel pomeriggio l’inaugurazione ufficiale con gli interventi delle autorità, poi spazio ai primi due ospiti. Il giornalista Pierluigi Battista presenterà il libro “Mio padre era fascista” (Edizioni Mondadori), incontro moderato da Natale Labia (vicepresidente regionale dell’Ordine dei Giornalisti) e realizzato in collaborazione con la Fondazione Tatarella. A seguire Monika Dobrowolski Mancini, moglie di Roberto Mancini, che parlerà della storia del poliziotto che con le sue indagini scoprì la Terra dei Fuochi.

Sabato 24 ancora laboratori scolastici con protagoniste le scuole cittadine di ogni grado della città, dedicati al tema della legalità ed in modo particolare a Giovanni Falcone e Paolo Borsellino. In serata, atteso intervento di Rosario Priore, ex magistrato che indagò sul Dc 9 Itavia e sulla strage di Bologna, che con il suo libro “I segreti di Bologna” cercherà di fare luce su questi due casi rilevanti per l’opinione pubblica, anche alla luce di nuovi documenti desecretati di recente. Infine, la scrittrice e blogger fiorentina Ilaria Guidantoni, con la sua “Lettera ad un mare chiuso per una società aperta”: una storia sul Mediterraneo per capire i molteplici aspetti dell’area, così vicina a noi.

L’ultima giornata, domenica 25, sarà di grandi emozioni: si parte con il seminario di Maria Grazia Fiore e Manuela Mennitti, in collaborazione con il Club Unesco di Cerignola; poi la presentazione del libro di poesie di Sara Ciafardoni “Io Sara. Dalla A alla Z” (a cura di OltreBabele ed Enter Edizioni). I ricavi delle vendite della pubblicazione saranno devoluti alle cure mediche per la piccola autrice. A seguire premiazione delle classi partecipanti ai laboratori e presentazione del libro “Leggende di Solimphail“, di Maria Serena Gruosso. In serata la kermesse di chiuderà con Catena Fiorello, sorella del grande showman Rosario, con “L’amore a due passi”; per il momento fra “musica e parole”, spazio a Riccardo Sinigallia, cantautore, musicista e produttore discografico, con al suo attivo collaborazioni fra gli altri con Tiromancino, Max Gazzè e Niccolò Fabi.