Clamoroso al “Monterisi”: l’Atletico Vieste supera ai rigori l’Audace Cerignola e passa ai quarti di finale di coppa Italia di Eccellenza. I 90′ minuti regolamentari si erano chiusi 0-1 per i garganici, che hanno pareggiato il conto dell’andata: infallibili dagli undici metri i ragazzi di Franco Cinque. Il tecnico ofantino Massimo Gallo opta per un turnover con sei volti nuovi rispetto a Faggiano: Colucci in difesa, Ragone esordisce dal 1′, Schiavone fa coppia con Colella a metà campo; Russo, Flavio Amoruso ed Oliva in avanti; Morra in panchina, assenti Dipasquale e Lasalandra. Cinque invece vara un 4-3-3 con Trotta attaccante di riferimento ed il figliol prodigo Camasta fra le riserve. Dopo una fase di studio, sono gli ospiti a regalare il primo brivido: errore in disimpegno di Colangione, Trotta prova a sorprendere Roberto Marinaro fuori dai pali, mancando di poco il gran gol. Ammonito Russo per simulazione, poi Colella su punizione trova la parata di Innangi in due tempi. Insolite imprecisioni si notano nella difesa gialloblu, con la conseguenza che il gioco non riesca molto fluido: sul finire della frazione, Marinaro sventa in uscita su Partipilo ben appostato, a seguire episodio dubbio in area locale fra Colella e Trotta, con l’arbitro a lasciar correre.

In avvio di ripresa, il Cerignola appare di netto più pimpante: al 47′, dopo una percussione di Carmine Marinaro, il sinistro di Colucci è deviato sul palo in qualche modo da Innangi ed Amoruso manda fuori di testa il tap in. Lo stesso attaccante calcia fuori una palla vagante, nei pressi dell’area piccola, di lì a poco. Sembra essere suonata la sveglia nell’Audace, ma al 53′ Colucci tocca irregolarmente in area Sicignano, così il sig.Carrer (su segnalazione del primo assistente) concede il penalty all’Atletico Vieste: Trotta spiazza Roberto Marinaro e punteggio totale in parità. Pronta la reazione cerignolana: Colella esalta i riflessi di Innangi sugli sviluppi di un calcio piazzato, Amoruso spizza di testa per Oliva, il quale spedisce di un soffio a lato. Camasta entra per Facecchia, con i biancazzurri più chiusi in un 4-5-1; c’è Morra invece fra i padroni di casa in luogo di Amoruso, il cui colpo di testa prima di lasciargli il posto è alto sulla traversa. E’ incessante lo sforzo degli uomini di Gallo, i quali trovano sulla propria strada un Innangi super, come in occasione del nuovo salvataggio sulla conclusione ravicinata di Oliva (72′). Russo si danna l’anima sulla sinistra per creare spazi, dentro anche Gadaleta che serve un pallone d’oro per Morra: ancora strepitoso il numero uno viestano, salvataggio completato dal recupero di Camasta (77′). Viene annullato un gol per fuorigioco a Russo, ultima emozione giusto al 50′ con l’incornata di Colangione ed Innangi sempre presente.

Si va direttamente ai rigori: fatale l’errore dal dischetto di Schiavone, mentre Trotta certifica il passaggio del turno dell’Atletico Vieste ed una impresa statistica. L’Audace Cerignola cade dopo 84 risultati utili consecutivi fra campionato e coppe, vedendo svanire due possibili obiettivi fra coppa regionale e nazionale. Non sono bastate opportunità e generosità in serie nella ripresa per blindare la qualificazione: ora testa solo al campionato, con il nuovo impegno casalingo contro la Vigor Trani.

AUDACE CERIGNOLA-ATLETICO VIESTE 3-6 (dcr)

Audace Cerignola: Marinaro R., Ragone (86′ Cappellari), Colucci, Schiavone, Colangione, Matera, Oliva (76′ Gadaleta), Colella, Russo, Marinaro C., Amoruso F. (68′ Morra). A disposizione: Vurchio, Ciano, Borrelli, Albanese. Allenatore: Massimo Gallo.

Atletico Vieste: Innangi, Caruso, Partipilo, Kouame, Sollitto, Telera, Sicignano (69′ Santoro), Milella, Facecchia (61′ Camasta), La Forgia (46′ De Vita), Trotta. A disposizione: Saracino, Lucatelli, Di Mauro, Silvestri. Allenatore: Franco Cinque.

Rete: 54′ Trotta (rig.).

Ammoniti: Ragone, Matera, Colella, Russo (AC); Sollitto, Milella, De Vita, Camasta (AV).

Angoli: 4-0. Fuorigioco: 6-6. Recuperi: 0′ pt, 5′ st.

Sequenza rigori: De Vita (AV) gol; Morra (AC) gol; Camasta (AV) gol; Colucci (AC) gol; Milella (AV) gol; Schiavone (AC) parato; Telera (AV) gol; Matera (AC) gol; Trotta (AV) gol.

Arbitro: Carrer (Barletta). Assistenti: Fumarulo-Fiore (Barletta).

CONDIVIDI