E’ stato inaugurato ieri sera, presso l’ex Ospedale “Russo”, il nuovo centro antiviolenza di Cerignola, dedicato alla memoria di Titina Cioffi, insegnante della scuola dell’Infanzia, vittima di femminicidio nel 2013. Fortemente voluto dal vicesindaco e presidente del comitato istituzionale Rino Pezzano, esso sarà gestito dalla Cooperativa “Promozione sociale e solidarietà” di Trani: si occuperà in forma gratuita di casi di violenza di genere, sotto forma di prevenzione ed aiuto legale. La cerimonia ha visto la presenza delle massime autorità civili e religiose: importante nell’organizzazione dell’evento anche l’associazione “Safe”, diretta da Mariella Cioffi. La benedizione è stata impartita da Monsignor Luigi Renna, vescovo della diocesi di Cerignola-Ascoli Satriano; il sindaco Metta ha sottolineato l’importanza del Centro, sottolineando «quanto sia fondamentale contrastare le violenze, questa è una nuova pagina di speranza per la nostra città». Dopo la benedizione e lo scoprimento della targa che reca il nome di Titina Cioffi, con testimonianze di amici e parenti, c’è stata l’esibizione della scuola di danza “Scarpette Rosa” diretta da Maria Rosa Carretta, che ha danzato sulle note di “Minuetto” di Mia Martini. Accanto alle ragazze c’erano paia di scarpe rosse, a significare l’impegno delle donne contro le violenze di ogni genere. A supportare il tema anche l’Inner Wheel, sezione Femminile del Rotary Club diretto da Maria Montemartino, la quale ci ha comunicato che ci sarà una ampia collaborazione non solo con il “Righi”, ma anche con il Liceo Scientifico “Einstein”, per approfondire tematiche ed aspetti del fenomeno.

PEZZANO: «PRIMO PASSO VERSO UNA SOLIDA SINERGIA ISTITUZIONALE»

“Un momento che rimarrà nella storia della nostra città, ma anche un grande momento per il nostro territorio, per l’Ambito Territoriale di Cerignola”. Si esprime così l’assessore alle Politiche Sociali, nonché presidente del Coordinamento Istituzionale, Rino Pezzano, durante la cerimonia di inaugurazione del Centro Antiviolenza ‘Titina Cioffi’ dell’Ambito di Cerignola. “In queste settimane – aggiunge Pezzano –  ho potuto constatare una solida sinergia istituzionale, ma questo è solo un punto di partenza rispetto ad un processo di cambiamento culturale e sociale che, grazie all’impegno di tutti, potrà essere realizzato all’interno della nostra comunità”.

“La città di Cerignola – dichiara l’assessore – può crescere nella misura in cui ciascuno ci mette del proprio e lavori in sinergia con l’altro. Questo – sostiene – è il messaggio che mi preme lanciare ed è il faro che ci deve guidare. Con l’inaugurazione del Centro Antiviolenza nella nostra città – continua – dobbiamo porci l’obiettivo di diventare il punto di riferimento non solo dell’Ambito Territoriale, che io ho l’onore di rappresentare, ma di tutta la provincia di Foggia”.

“Desidero ringraziare – prosegue Pezzano – tutti i Dirigenti Scolastici che hanno raccolto il mio invito. Sono convinto, infatti, che per la crescita di una comunità sia imprescindibile il ruolo della Scuola. E così come hanno accettato il mio invito, saranno anche al fianco delle istituzioni in un percorso già ben avviato verso lo sviluppo culturale della collettività cerignolana. La mia riconoscenza poi – aggiunge l’assessore – va ai rappresentanti del Terzo Settore, i quali hanno dimostrato grande sensibilità rispetto al tema e ogni giorno mi affiancano in un difficile lavoro quotidiano, in un segmento di grande disagio come quello delle Politiche Sociali. Rivolgo un ringraziamento anche al Direttore Generale dell’Asl Vito Piazzolla per aver concesso l’utilizzo di un locale all’interno di un luogo, come quello dell’ex ospedale Tommaso Russo, già dedito all’attenzione verso i più deboli. Inoltre – prosegue – esprimo i miei complimenti alle allieve della scuola di danza ‘Scarpette Rosa’, guidate dalla maestra Maria Rosa Carretta, che hanno eseguito una bellissima coreografia, richiamando il colore rosso, il colore scelto per ricordare le vittime dei maltrattamenti e degli abusi”.

“Infine – conclude Pezzano –  ringrazio coloro che spesso sono dietro le quinte, ma che fin dall’inizio hanno creduto in questo progetto e si sono prodigati affinché diventasse realtà. Parlo del settore dei Servizi Sociali e dei responsabili di Piano del Comune di Cerignola: sono convinto di avere una grande squadra, capace di raggiungere gli obiettivi prefissati”. La cerimonia, poi, dopo la benedizione di Sua Eccellenza il Vescovo Luigi Renna si è conclusa con la consegna di una targa a Rosetta Di Maggio, cognata di Titina Cioffi, la donna al quale il Centro è intitolato, e con il tradizionale taglio del nastro. Il Centro Antiviolenza sarà aperto il lunedì mattina dalle ore 9:30 alle 11:30 e il giovedì pomeriggio dalle ore 16:00 alle 18:00.

  • Savino

    È un ringraziamento al Sindaco che ti ha fatto suo vice niente? N tin d verm in cap. Sindaco Gapr lucch.